Sala critica i candidati di Centrodestra e si autoincensa con un murale dedicato ai suoi calzini arcobaleno

Milano

La querelle sugli spazi pubblicitari insufficienti posta dal Centrodestra è nota, ma anche gli altri sfidanti protestano per i ritardi del Comune nell’allestimento dei tabelloni per i manifesti elettorali. A Milano però è proibito dissentire dall’operato di Sala che da Re assoluto dichiara – “Questo enorme spiegamento di forze che i miei avversari stanno adoperando da giorni per una polemica inesistente, invece che per parlare di programmi e di contenuti, non faccia onore prima di tutto ai tanti elettori di centrodestra, che meriterebbero tutt’altro tipo di rappresentanti” Altro insulto…Vorrebbe decidere anche i rappresentanti avversari? Non li ritiene degni di competere e non all’altezza del suo Verbo? Sarebbe a dire che nel centrodestra sono candidate delle persone di serie B? E’ la dimostrazione di un complesso di superiorità che ha tutti i limiti della presunzione.

Sicuramente Sala può fruire di un murales celebrativo come spot a eterna memoria, imponente, inneggiante, su un muro pubblico che diremmo imbrattato se il soggetto non fosse proprio il Sindaco, seduto sulla poltrona rossa e con i calzini arcobaleno. Per dire che i gay gli hanno fatto un regalino, per convincere con un gigantesco manifesto tutti i gay di Milano. Il graffito di Tvboy è stato ripreso in un video e postato sull’Instagram del primo cittadino, con cuoricini al seguito. Così l’autocelebrazione che profumo ha?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.