Gli “alberi” da amare in una mostra al Castello Sforzesco di Federica Galli

Vivere, viaggiare, conoscere ed infine amare il trionfo di un albero che si erge e si intreccia, che raccoglie vita e storie, che restituisce forza e creatività. Federica Galli, cremonese d’origine, vagabonda per volontà di esplorare, considerava Milano il nido a cui tornare, sede della sua formazione artistica a Brera, gelosa di quell’immaginario interiorizzato espresso […]

Leggi tutto

Tentativo di furto ai Navigli, uno dei troppi, in questo agosto

Un fatto di cronaca come tanti, un tentativo di furto maldestro  con l’intuizione “geniale” di procedere, spiega Il Giorno, dopo aver rubato le chiavi di alcune abitazioni dalla guardiola della portineria, dopo averla forzata. Arrivato al pianerottolo del secondo piano, però, è stato sorpreso dal custode mentre armeggiava con le chiavi per entrare.  Il 19 […]

Leggi tutto

Woodstock 50 anni dopo: la rivoluzione nella musica di un popolo innamorato del futuro

E’ rimasta la musica. E poi la voglia di pace, lo scoppio di una creatività rivoluzionaria, il raduno di circa 1 milione di appassionati, l’epica di un evento irripetibile. Era il Festival di Woodstock, nel 1969, dal 15 al 18 agosto. Gli echi della guerra in Vietnam avevano acceso la miccia per protestare, per sognare […]

Leggi tutto

L’aria di sfida dei Rom, non importa dove abbiano stabilito la “residenza”

Sono accattivanti quando rubano, vittime disperate quando chiedono l’elemosina, astute quando devono raggirare una persona, perfettamente mimetizzate nell’abito e nella postura se lo richiede l’ambiente e violenti e preparati, gli uomini, nello scasso e nel furto. Vanno, si stabiliscono dove vogliono, vivono tra i rifiuti, seguono leggi delle tribò con codici che escludono quasi sempre […]

Leggi tutto

L’Oasi sfrattata e un clochard muore, ma c’è spazio solo per i Centri sociali abusivi

Sono abituati ad essere pacchi senza importanza, hanno perso il nome, l’identità, mangiano la strada in attesa di un pezzo di pane, praticamente invisibili a chi non vuol vedere. Li chiamano clochard, senza tetto, così, per definire il nulla che si portano dietro, spesso stracci deambulanti senza progetti di vita. Parafrasando Levi “se questi sono […]

Leggi tutto

Danni per le buche stradali: 5.300 richieste di risarcimenti in tre anni

Io sto con i 5.300 cittadini che hanno fatto richiesta di risarcimento negli ultimi tre anni per danni causati dalle   buche stradali.  Risarcimenti che ammontano a 2,5 milioni. Ma al di là dei dati che sono anche la lettura del fallimento di questa Giunta, è plateale come la manutenzione, il lavoro di riqualificazione che rende […]

Leggi tutto

Il Comune adotta un linguaggio boldrineggiante nelle comunicazioni per potenziare la parità di genere

Non sapevo di essere un’emarginata da un linguaggio becero e maschilista, ma ora lo so. L’ha spiegato benissimo il Comune di Milano che adotta un linguaggio boldriniano nella comunicazione, nei moduli, negli atti amministrativi per rispettare quelle pari opportunità che reinseriscono le donne, poverine, nella parità di genere. Pare un contentino, offerto con magnanimità, per […]

Leggi tutto

Formentera, su Instagram un post di Sala con le “ciavatte” stile popolare

E alla fine, le vacanze sono vacanze, vince la comodità, il clima, il casual più opportuno. E se Salvini si scatena al Papete a torso nudo, festante a Milano Marittima con il popolo, per Beppe Sala c’è Instagram, raffinato quanto basta, comunicatore silenzioso, ma efficace, con una foto “divisiva” (commento di Sala) Il post  della […]

Leggi tutto

Addio al Nobel Toni Morrison, fiera e consapevole scrittrice afroamericana

Il Premio Nobel la ricordava per “i racconti caratterizzati da forza visionaria e rilevanza poetica che danno vita ad un aspetto essenziale della realtà americana”, ed era, per i suoi lettori, una delle voci più importanti, rispettate e veritiere di ciò che è stata la schiavitù dei neri in America. La sua voce manca da […]

Leggi tutto

Gli immigrati in rivolta, uniti, per difendere l’illegalità

Gli immigrati diventano opposizione, rivolta. “Insieme”, la parolina che unisce volontà, rabbia, violenza. Un insieme che può diventare numeroso, se necessario. Ed esprime un “voglio” perentorio, egocentrico, non discutibile o trattabile. A questo è servita la benevolenza di un’accoglienza indiscriminata, con feste, celebrazioni in tavolate da Guinness? Due episodi inqualificabili dichiarano unità di intenti e […]

Leggi tutto