Prende a sprangate un passante ed è assolto. Kabobo devasta il carcere

Quando si analizzeranno le cause di tanti disturbi mentali che si trasformano in violenza nei migranti, lasciati lì, con un piatto di pasta quando va bene, abbandonati a se stessi? L’emarginazione, lo sradicamento, le aspettative che si rivelano false sono teoricamente le concause di un disadattamento insopportabile. Anche questo è una conseguenza di un’accoglienza senza […]

Leggi tutto

Là dove il tempo è una domanda, un bimbo di 10 anni veglia per ore la mamma morta

Il tempo può essere una domanda senza risposta, un’attesa che non ha i limiti delle ore, ma la vibrazione della speranza. Forse capita solo a un bambino, a  chi ha un’eterna fiducia, ma quel bimbo che ha vegliato la mamma morta per un giorno intero, nel degrado di una sporcizia e di un disordine peraltro […]

Leggi tutto

L’umanità di Antonello da Messina in mostra a Palazzo Reale dal 21 febbraio al 2 giugno

Antonello da Messina è a Milano, per raccontare la sua storia d’artista. Diciannove opere – capolavoro –  provenienti dai Musei di tutto il mondo, attraversano i momenti più significativi, la modernità delle soluzioni pittoriche, la centralità geniale di un protagonista dell’arte. “Il genio è della terra che lo produce, la forza pura, la divina linfa, […]

Leggi tutto

La retorica rompe sempre: a Milano e a Roma

Ma non facciamo paragoni. Non inficiamo le valutazioni con l’affetto, ma soprattutto con la visione onirica di Sala. Valeria Montebello su Il Foglio è tranchant: Milano hai rotto. E se Milano fosse davvero lo specchio di una città praticamente modello e quasi perfetta che lei descrive con una penna volutamente ironica..beh..sarebbe almeno simpatica. Ma non […]

Leggi tutto

A Milano sfilano gli antagonisti pro clandestini, a Torino smantellata organizzazione che gestiva clandestini

A Milano sfilano (si fa per dire) i centri sociali per gli amici clandestini che non devono essere espulsi secondo un’interpretazione dei diritti difficile da capire, a Torino sfilano  25 indagati (quasi tutti somali), 11 arrestati e 5 ricercati con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione, clandestina, attività abusiva di prestazione di servizi di pagamento, contraffazione di […]

Leggi tutto

Il visionario Sala non mostra attenzione per le piccole, ma grandi cose del territorio

La fisionomia di un luogo, di una piazza, di un crocevia rappresenta la fisionomia di un ricordo con la sua identità di riferimento. L’evoluzione della vita modifica, trasforma i luoghi, ma non i punti evocativi, i dettagli che permangono e connotano quello spazio. E l’affetto conseguente diventa riconoscere l’”anima” che vibra e che ognuno sente […]

Leggi tutto

Avvisate Sala “Mandi due operai anche a far finta di lavorare nel cantiere deserto di via Ripamonti”

Dagli esecutori del piano urbanistico, nella frenesia di mettere paletti e transenne, non importa dove, non importa perché, sono stati circoscritti spazi che non sono soggetti ad alcun lavoro. Ma per Sala una città che obbliga i milanesi a slalom impossibili, che manifesta la sua voglia di fare con interruzioni, strade bloccate, saracinesche disperatamente abbassate, […]

Leggi tutto

Caro Sala, una canzonetta non riscatta il degrado e non è una medaglia di nome “integrazione”

Sala sale sul carro del vincitore Mahmood, scopre  che c’è una periferia di nome Gratosoglio, che la presenza degli immigrati a vario titolo è numerosa, sorvola sulle polemiche vere e giustificate e voilà può decorarsi con una nuova medaglia. Non voglio evidenziare che il brano “Soldi” dell’italo-egiziano sia brutto perché è un giudizio personale, ma […]

Leggi tutto

Ornella muore di freddo nella sua vecchia 600 stringendo i perché senza risposta

Il paese, la latitudine di un luogo non contano. E neppure gli incontri, le mani tese, la volontà di scalfire la sua emarginazione sono determinanti. Ornella Occhini aveva fatto una scelta nel 2011 e mai l’avrebbe tradita. Con quel groviglio di dolore, di pensieri irrisolti, con una miseria che vestiva una vita incompiuta, aveva deciso […]

Leggi tutto

L’accusa al Comune “la telecamera puntava verso gli uccelli. Senza soluzione l’omicidio di Marilena Negri”

«A un metro da dove giaceva nostra madre, puntavano verso gli uccelli, sui tetti», quelle maledette telecamere, non controllate, non corrette, abbandonate. L’osservazione è contenuta in una lettera che i figli di Marilena Negri uccisa alle 6.4o del 23 novembre 2017, nel parco di Villa Litta, ad Affori, hanno inviato a Il Giornale di Sondrio. […]

Leggi tutto

Le denunce sono lettera morta e si continua a bruciare macchine e radunarsi in moschee abusive

Anche questa è libertà? Libertà di sciorinare i propri comodi, le proprie volontà violente per un risultato che offende, che fa male? A Milano succede troppo spesso per l’inerzia di un’amministrazione che strizza l’occhio ai musulmani, alle loro moschee abusive e tollera gli innominati vandali che bruciano le vetture e non si sa perché. Atto […]

Leggi tutto