Domani il corteo-apoteosi di Majorino. Gli emarginati dell’area B in periferia non sono stati invitati

Milano

Bravissima la sinistra ad organizzare manifestazioni da primato, invitando tutto il seguito associazionistico da tempo ideologizzato che, ovviamente, parla e agisce in modo politicamente corretto. Non sa costruire un partito, non sa comporre un programma, divergente in ogni idea proposta, ma davanti ai “Muri” da abbattere e la forza degli slogan, è compatta e coesa. Tutti d’accordo, nessun bisticcio, con le braccia aperte, in virtè di una “Bontà” pelosa che, chissà perché, emerge solo nei confronti dei migranti. Legittimi o irregolari che siano. Domani, direbbe Jannacci, è il grande giorno per dimostrare al mondo l’ampiezza dell’accoglienza di una Milano “aperta” targata Sala e Majorino. I nostri eroi apriranno il corteo con l’orgoglio di una politica sociale offerta ai privilegiati extracomunitari, un rigurgito di vitalità in un partito praticamente morto, una boccata di speranza dopo tanti rospi ingoiati. Dice Repubblica “Sarà un corteo festoso e allegro, senza contestazioni e ispirato al Pride, con tanta musica anche suonata dal vivo, balli e animazioni. Sono comunque previsti servizi d’ordine sia da parte dei sindacati confederali, sia grazie ai City Angels. I volontari sono almeno 500 e ogni organizzazione sarà in piazza con le sue magliette, le pettorine, i distintivi di riconoscimento.”
Mancheranno le voci degli ultimi, delle periferie, di coloro che abitano al di là di un muro per questa giunta sconosciuto, quello che hanno eretto volutamente e che delimita il centro. I protagonisti dell’Area C e dell’Area B, quelli che inventano emarginazione a tavolino, quelli che credono di risolvere i problemi della città con piste ciclabili costose e spesso interrotte, quelli sanno solo difendere i diritti a volte illegittimi dei migranti. E i milanesi devono stare a guardare.

1 thought on “Domani il corteo-apoteosi di Majorino. Gli emarginati dell’area B in periferia non sono stati invitati

  1. Questo tizio deve aver subito molti bullismo da piccolo, altrimenti non spiegherebbe una certa idiozia di fondo nell’elargire soldi (per altro dei cittadini) a certa gente, scordandosi che ne esiste anche altra ad aver bisogno di sostemento……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.