Sala va indietro nella storia: il Comune farà in house la gestione del verde e delle scuole

Fabrizio c'è Milano

Nella foga di apparire più verde e di piacere sempre più alla sinistra, Beppe  Sala ha preso 2 decisioni antistoriche.  Il Consiglio Comunale ha approvato, col  voto contrario del centrodestra, la decisione affidare per 25 anni la manutenzione delle scuole e del verde alla società comunale Mm.

La scelta di internalizzare la manutenzione del verde e delle scuole rappresenta la deriva  statalista e anti-privato che ha oramai preso l’amministrazione Sala. Beppe Sala, convertitosi ai verdi, pensa che il Comune, attraverso la sua municipalizzata Mm, debba fare anche il giardiniere e il muratore. Cosi danneggia e toglie lavoro alle imprese private attraverso una concorrenza  scorretta. Questo metterà nei pasticci i  lavoratori delle ditte che lavoravano per il Comune dopo essersi aggiudicate le gare.

Quello che è più incredibile è però che si affidano funzioni vitali per 25 anni ad Mm che nei 50 anni precedenti non si è mai occupata né di verde né di edilizia scolastica.

Quindi una impresa nuova, fatta di nuovi assunti, che non ha mai in precedenza curato nemmeno un giardino condominiale,  dovrà ora improvvisamente seguire 20 milioni di metri quadrati di verde. Per far questo dovrà acquistare mezzi, macchine, magazzini che saranno pagati dal contribuente.

1 thought on “Sala va indietro nella storia: il Comune farà in house la gestione del verde e delle scuole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.