Toc Toc: Chi Entra Gioca

Cultura e spettacolo

Una villa per bambini – Villa Necchi Campiglio, via Mozart 14 – domenica 24 novembre, dalle ore 10 alle 18

Per la giornata di domenica 24 novembre a Villa Necchi Campiglio, Bene del Fondo Ambiente Italiano, andrà in scena dalle ore 10 alle 18 “Toc toc: chi entra gioca”, un evento a misura di bambino in cui i più piccoli e le loro famiglie potranno scoprire questa elegante dimora in una luce inedita e quotidiana. Per esempio, come si viveva a metà del secolo scorso? Cosa è cambiato e come si giocava?

Dalle ore 10 alle 18 speciali percorsi guidati accompagneranno i bambini alla scoperta delle abitudini dei nonni e bisnonni. Lo spazio del campo da tennis ritrova in questa giornata la sua originaria natura ludica per ospitare le sfide a Campana, Elastico, Limbo, Un due tre stella; saranno organizzati tornei a squadre di Rubabandiera, Coda di cavallo, Uovo nel cucchiaio e Quattro Cantoni, giochi semplici e divertenti in cui riveste grande importanza “fare squadra”. Ogni giocatore verrà premiato con un diploma che ne attesta l’impegno profuso sul campo.

Oltre ai tornei, i bambini potranno cimentarsi in diverse attività laboratoriali a tema natalizio, alcune delle quali permetteranno di cimentarsi come scultori e partecipare a visite guidate alla Villa loro dedicate.

Infine, mentre i ragazzi saranno impegnati in appassionanti sfide, i genitori potranno scoprire l’opera dello scultore Mario Negri, fondamentale esponente del movimento culturale della Milano della metà del ‘900, in mostra fino a lunedì 6 gennaio. Ospite della manifestazione sarà  la Comunità del Cenacolo, che presenterà le novità dei loro giochi in legno realizzati a mano.

CARIO NEGRI. SCULTORE A MILANO

Fino a lunedì 6 gennaio

La mostra omaggio al grande artista lombardo riunisce un nucleo di circa 40 lavori in bronzo e gesso realizzati dal 1957 al 1987, una selezione di opere che ne restituisce un ritratto esaustivo nel momento più alto e compiuto della sua ricerca artistica. Villa Necchi Campiglio intende omaggiare un interprete originale e significativo della rinascita culturale della città nel Secondo Dopoguerra, raccontando non solo lo scultore, ma anche l’artigiano, lo scrittore, il critico, l’intellettuale, nelle sue relazioni fertili con altri colleghi, autori, amici e ispiratori, da Alberto Giacometti a Henry Moore, da Vanni Scheiwiller a Giovanni Testori. Un autentico tributo, da parte della città di Milano, a uno scultore milanese.

Ingressi: Intero bambini 7 €, Bambini iscritti al FAI 5 €; i genitori non pagano la manifestazione.

Visita alla Villa: Intero 14 €; Ridotto per adulto accompagnatore (massimo 2 per ogni bambino) 7 €.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 02.76340121; fainecchi@fondoambiente.it; www.villanecchicampiglio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.