Istat: Brunetta “Gli italiani hanno già esaurito la loro fiducia nel governo giallo-verde.

Economia e Diritto

Cala la fiducia di consumatori e imprese: il realismo dei dati mostra, purtroppo, un paese in recessione

“Gli italiani hanno già esaurito la loro fiducia nel Governo giallo-verde. L’ottimismo di imprese e consumatori è, infatti, calato nuovamente a giugno, secondo le ultime rilevazioni dell’ISTAT, la quale ha stimato “una flessione dell’indice del clima di fiducia dei consumatori da 111,6 a 109,6”. Anche per l’indice composito del clima di fiducia delle imprese si registra una dinamica negativa, da 100,2 a 99,3. Per trovare un dato peggiore relativo alla fiducia delle imprese bisogna prendere addirittura quello del febbraio 2015, più di quattro anni fa, mentre per quello dei consumatori quello del luglio 2017. La fiducia nei confronti del futuro dell’economia continua, quindi, a ridursi, per gli italiani.

L’analisi dell’ISTAT è molto realista e dipinge un quadro negativo, generalizzato in tutti i settori: “Tutte le componenti dell’indice di fiducia dei consumatori sono in calo, seppur con intensità diverse: il clima economico e quello futuro registrano una diminuzione più marcata, mentre la flessione è più contenuta per il clima personale e per quello corrente”, scrive l’istituto, che aggiunge, con riferimento alle imprese, che “l’indice di fiducia registra una flessione nel comparto manifatturiero e, soprattutto, nelle costruzioni (l’indice cala, rispettivamente, da 101,9 a 100,8 e da 144,3 a 140,9); nei servizi, l’indice registra una diminuzione più contenuta (da 99,3 a 98,9), mentre nel commercio al dettaglio sale da 102,7 a 104,7”.

Per la manifattura, in particolare, l’ISTAT rileva un peggioramento “sia dei giudizi sugli ordini sia delle attese sulla produzione”, mentre nelle costruzioni “la dinamica negativa dell’indice è trainata dal deciso ridimensionamento delle aspettative sull’occupazione presso l’azienda a cui si unisce un peggioramento dei giudizi sugli ordini”. Diminuzione della fiducia, aumento della disoccupazione e calo degli ordini. Il realismo dei dati, purtroppo, sta cominciando a far capire agli italiani che questo Governo di buoni a nulla, finora, ha soltanto illuso gli elettori con un anno e mezzo di propaganda. Mentre l’economia italiana è ancora in recessione”.

Lo scrive in una nota Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.