Maurizio Carli, candidato per il Municipio 3: “Vorrei combattere per ripristinare decoro e pulizia, contro il degrado”

Milano Politica

Milano 21 Maggio – Empatia e ottimismo definiscono la persona, visione e pragmatismo connotano il politico. Con la volontà di saper guardare per trovare soluzioni e prospettive fattibili, con il buon senso che suggerisce sinergie e unità d’intenti con tutti coloro che hanno a cuore un cambiamento per Milano. Maurizio Carli si candida nella lista di Forza Italia per la Zona 3. Perché la politica è servizio e sensibilità civica, perché è doveroso impegnarsi per migliorare una città lasciata allo sbando da un’amministrazione incapace, perché abita in un quartiere dimenticato e abbandonato al degrado.

Il suo racconto è diretto, senza retorica inutile, perché parte dall’osservazione, perché ha lo sguardo della verità: “una volta Lambrate, il mio quartiere, era un bel quartiere in cui si viveva bene. Oggi tra Lambrate e Rubattino carovane di roulottes si spostano continuamente impadronendosi dei luoghi, fregandosene degli eventuali sgomberi e vivendo molto al di fuori della convenienza civile. Il controllo del territorio è inesistente. La sèprcizia e il degrado sono ormai insanabili. Vorrei essere lo stimolo di un’azione coordina tra il Municipio 3 e il comune affinchè venga pianificata una soluzione equa, ma che ridia ordine e decoro alla zona. Un decoro che i graffiti selvaggi, ad esempio in via Astolfo, i rave party non autorizzati, il commercio abusivo davanti alla Stazione hanno cancellato definitivamente. E ribadire che l’abbandono è totale, che il controllo è inesistente permette all’osservatore di valutare quanto sia stata inefficiente la gestione Pisapia. Rimettiamo i vigili in strada, rivalutiamo con nuove competenze il Vigile di quartiere, illuminiamo con intelligenza le strade, perché va bene che i Led fanno risparmiare, ma vanno collocati pianificando distanze e altezza. Inoltre mancano spazi per parcheggi..le macchine sono ovunque: perché non pensare a parchehhi sotterranei? Vorrei portare in Consiglio di Zona le disfunzioni e i disservizi che constato ogni giorno, per stimolare il fare del Comune e riqualificare il territorio. Il partito con cui mi candido, Forza Italia, ha nel DNA la voglia e la tenacia per attuare progetti utili alla comunità. Voglio essere l’interprete presso le istituzioni della voce dei cittadini”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.