Anche il centro si ribella al degrado. Corso Indipendenza chiede di essere liberato dai clochard

Milano

Milano 13 Ottobre – La rabbia dei milanesi per il degrado e l’abbandono in cui sono lasciati dal Sindaco sta crescendo e contagia anche quartieri centrali.

Ieri mattina un gruppo di cittadini di Corso Indipendenza si è organizzato con penne e tavolino e ha raccolto in poche ore centinaia di firme. Cosa chiedono centinaia di cittadini di questo quartiere vicino a Piazza Tricolore e a 500 metri dalla Prefettura?

Che il Comune si occupi di liberare i bei giardini lungo il corso da una ventina di clochard che vivono sulle panchine. I senza fissa dimora, molti dei quali stranieri, creano degrado e sporcizia, usano come toilette i giardini, molestano spesso gli altri frequentatori del verde. Negli ultimi tempi hanno preso a disturbare gli esercizi commerciali della zona, talvolta asportando alcolici. Per il cibo si approvigionano alla opera San Francesco che si trova a 300 metri.

Come si comprende si tratta di un problema risolvibile, ma nessuno interviene da mesi a liberare i giardini peraltro molto frequentati. Nelle scorse settimane aveva sollecitato per iscritto l’intervento dei Vigili il consigliere comunale di Forza Italia Fabrizio De Pasquale, ieri presente al presidio. ” Da mesi i Vigili presidiano quotidianamente Piazza Risorgimento per multare auto in sosta su una pista ciclabile lunga 15 metri, perché il Sindaco e Granelli non danno ai vigili la stessa disposizione per i clochard di Corso Indipendenza che si trovano a 100 metri da li?” si chiede De Pasquale.

Grazie alle tantissime firme raccolte il Comitato conta di chiedere intervento del Consiglio di Zona 3, del Comune e della Questura.

Redazione Milano Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.