Anziana presa a pugni: è violenza reale, non “emotiva” come afferma Sala

Milano Società

Ma quanti episodi di aggressione serviranno ancora per fare prendere atto a Sala che non si tratta di “emotività” come ha dichiarato, ma di feroce realtà, nella sua Milano proiettata nel futuro, ma declassata a territorio della paura e dell’insicurezza?

La cronaca da Milano Today “Una donna di 89 anni gravemente ferita dopo un’aggressione in pieno giorno. È accaduto poco prima delle 12 di domenica 6 febbraio in piazza Oberdan, Porta Venezia. Sul posto sono accorsi 118, con un’ambulanza, e polizia di Stato.

A causa di un pesante trauma cranico, l’anziana è stata soccorsa e trasportata in codice rosso all’ospedale Fatebenefratelli di Milano. Non dovrebbe essere in pericolo di vita, al momento si trova ricoverata in prognosi riservata.

I poliziotti hanno fermato un uomo, un senzatetto sotto l’effetto dell’alcol, sospettato di essere l’autore dell’aggressione. “
Chi pensava che l’età e la conseguente fragilità fossero un deterrente per atti così violenti, ha la prova che non è così. Purtroppo pare che l’autore sia un clochard e dico purtroppo per le condizioni disumane con cui sono costretti a vivere per la mancanza di un welfare salvifico. La situazione è ogni giorno più problematica. Certo non si può giustificare la violenza, ma neppure l’assenza di un intervento programmatico di questa amministrazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.