San Siro – Quell’assurdo degrado dei viali Elia e Migliara

Milano

Certo che a Milano, abitare con affaccio sulla Circonvalla non è il massimo, anzi, spesso è proprio un handicap. Però per quei poveri cittadini che abitano nei pressi di viale Enrico Elia e viale Giovanni Migliara nel distretto di San Siro nella zona di Piazzale Lotto, la situazione è degradata all’ennesima potenza.

Viale Enrico Elia e Viale Giovanni Migliara sono forse gli unici due tratti (escludendo il tratto di viale Umbria e viale Jenner) della Circonvallazione in forte degrado. Forse anche il peggiore, visto che qui non ci sono neanche gli alberi a mitigare lo squallore.

Possibile che il Comune in tutti questi anni non sia riuscito a trovare un accordo e un finanziamento per definire e completare l’opera per la preferenziale della 90-91?

Infatti il tratto che va da piazza Stuparich a piazzale Fratelli Zavattari, attraversando piazzale Lotto è bloccato da decenni su un progetto che prevederebbe la creazione di una rotonda proprio in piazza Stuparich e di conseguenza la corsia preferenziale per i filobus lungo il breve tratto della circonvallazione compreso nei due brevi viali.

Il progetto esiste da tanto tempo ma nessuna giunta comunale sembra sia riuscita a risolvere questo problema, anche perché ogni volta sembra incappare in qualche problema irrisolvibile.

L’ultimo progetto di cui si ha notizia fu preparato per esser pronto per Expo 2015, ma l’intervento degli organismi antimafia bloccarono anche questo progetto. L’opera da 6 milioni doveva completarsi per l’evento espositivo, ma purtroppo ancora oggi abbiamo questo enorme buco nero.

In viale Migliara si trova un parterre centrale dove pare più adatto ad una corsa per rally e dove le auto parcheggiate, spesso si ritrovano in vere e proprie paludi. Naturalmente non mancano situazioni di degrado con immondizia abbandonata e altri materiali da macero abbandonati negli angoli.

La maledizione di Viale Migliara naturalmente va estesa anche per viale Enrico Elia, dove però in questo caso la parte centrale è misteriosamente protetta da blocchi di new-jersey in cemento che lasciano un migliore aspetto alla via, perlomeno meno disordinata.

Anche qui dopo più di sei anni dall’apertura del cantiere, la gara d’appalto per il prolungamento della corsia preferenziale che collega piazzale Stuparich a piazza Zavattari sarà da rifare. (blog. Urbanfile – La voce della città)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.