De Corato ritorna in Consiglio Comunale e subito chiede sgombero campo rom abusivo

Milano

“Oggi sono tornato a far parte del Consiglio Comunale di Milano come consigliere di Fratelli d’Italia. Certamente, soprattutto in vista delle elezioni, farò le pulci al Sindaco della città, Giuseppe Sala, su precise tematiche come le moschee, la sicurezza, le periferie, la mobilità e l’ambiente. Tutti questi temi, molto delicati, nel capoluogo lombardo hanno registrato il fallimento delle politiche del centrosinistra, prima con Pisapia e poi con Sala. Altrettanto certamente darò il mio contributo alla Città mettendo a disposizione tutta la mia esperienza. Già nel corso del Consiglio Comunale odierno ho posto una problematica che i residenti mi segnalano da tempo: il campo nomadi abusivo di via Vaiano Valle ed ho richiesto il suo sgombero. Si tratta di una zona ormai lasciata alla mercè di delinquenti, ladri, ricettatori. Il Comune, l’unico intervento che ha fatto, è stato quello di realizzare una pista ciclabile, incurante di tutto quello che la circondasse: discariche abusive e carcasse di macchine rubate”. Queste sono le parole pronunciate ieri dal consigliere comunale di Milano di Fratelli d’Italia, Riccardo De Corato, già vice Sindaco della città e Assessore regionale, in merito al suo ingresso a Palazzo Marino e al suo primo intervento in seduta consiliare.

A seguito dell’arrivo in consiglio di Riccardo De Corato si costituirà in Consiglio comunale il gruppo di Fratelli d’Italia. Ne ha dato comunicazione ieri pomeriggio, durante la seduta online, il consigliere comunale Andrea Mascaretti, esponente di Fdi, spiegando che   uscirà dal gruppo misto per entrare nel gruppo di Fratelli d’Italia che “ora potrà finalmente costituirsi”.
E’ stata infatti approvata la surroga del consigliere Stefano Parisi e la conseguente convalida dell’elezione di Riccardo De Corato. Mascaretti sarà il nuovo capogruppo di Fratelli d’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.