Classica all’Atelier Musicale: “Divertissement per clarinetto” sabato 18 gennaio alla Camera del Lavoro

Cultura e spettacolo
Classica all’Atelier Musicale: pagine di Poulenc, Ligeti, Scelsi, Milhaud, Takemitsu e Honegger con il duo Meloni-Yoshikawa  sabato 18 gennaio alla Camera del Lavoro

L’Atelier Musicale, la rassegna in equilibrio tra jazz, classica e suoni contemporanei organizzata dall’associazione culturale Secondo Maggio, ospiterà “Divertissement per clarinetto” un eccezionale duo di artisti scaligeri sabato 18 gennaio nell’auditorium Di Vittorio della Camera del Lavoro (inizio concerto ore 17.30; ingresso 10 euro + tessera associativa a 5 euro): Fabrizio Meloni, primo clarinetto dell’Orchestra del Teatro e della Filarmonica della Scala e il pianista giapponese Takahiro Yoshikawa, più volte solista con l’Orchestra della Scala.

Insieme a Yoshikawa, Meloni proporrà un Divertissement di grandi contenuti, trattati in modo leggero. Nel programma pagine che provengono da vari ambiti del Novecento musicale, con tre autori (Milhaud, Honegger e Poulenc) che appartenevano al gruppo dei sei, un artista emblematico quale Giacinto Scelsi, uno dei massimi esponenti della musica contemporanea giapponese (Toru Takemitsu) e György Ligeti, compositore divenuto un classico del secolo scorso. Si tratta di pagine eterogenee, di grande diversità poetica, che compongono un florilegio in grado di evidenziare le molteplici possibilità dei due strumenti, insieme e nella dimensione del solo.

Nato nel 1984, Fabrizio Meloni è uno dei più brillanti solisti italiani; vanta collaborazioni con Bruno Canino, Alexander Lonquich, Riccardo Muti e Daniel Barenboim, oltre ad aver collaborato per cinque anni con Luciano Berio. Ha tenuto tournées negli Stati Uniti e in Israele con il Quintetto a Fiati Italiano e masterclass di alto perfezionamento in prestigiosi istituti internazionali e nazionali. La rivista “Amadeus” gli ha dedicato diverse uscite e Sky Classica un documentario della serie “I notevoli”.

Diplomatosi in pianoforte a Tokyo e vincitore di numerosi concorsi internazionali, Takahiro Yoshikawa ha studiato in Italia con Anita Porrini, pupilla di Cortot e Benedetti Michelangeli. Concertista poliedrico, impegnato in una carriera internazionale che lo ha portato a esibirsi più volte nel suo Paese natale, Yoshikawa  ha inciso con Fabrizio Meloni per la Deutsche Grammophon e ha collaborato con il balletto della Scala nello spettacolo “Petite Mort”.

Programma:

  1. Poulenc: Sonata per clarinetto e pianoforte;
  2. Ligeti: Musica ricercata (estratti per pianoforte solo);
  3. Scelsi: Ixor (per clarinetto solo);
  4. Milhaud: Sonatine (per clarinetto e pianoforte);
  5. Takemitsu: Lytani II (per pianoforte);
  6. Honegger: Sonatina (per clarinetto e pianoforte).

Conduce Maurizio Franco.

Direzione  e coordinamento artistico: Giuseppe Garbarino e Maurizio Franco.

Organizzazione: associazione culturale Secondo Maggio.

Presidente: Gianni Bombaci; vicepresidente: Enrico Intra.

Email: secondomaggio@alice.iteury@iol.it; on line: www.secondomaggio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.