Via Lecco – No alla pedonalizzazione!!!

Milano

Leggo con stupore ed apprensione dalle pagine di Repubblica, che una fra le 65 proposte presentate nell’ambito del progetto di “Piazze Aperte” Urbanistica Tattica del Piano Quartieri promosso dal Comune di Milano (articolo allegato), proprio come avevo pensato e predetto, riguarda proprio la tanta osteggiata PEDONALIZZAZIONE di Via Lecco nel tratto fra Via Panfilo Castaldi e Via Lazzaro Palazzi, casualmente proprio quello che, a questo punto a ragion veduta, si riteneva sarebbe stato oggetto di questa richiesta da parte di chi non sa cosa voglia dire abitare in quel quartiere e soprattutto cercare di dormirci la notte…

Come ribadito più e più volte Via Lecco nell’ultimo tratto fra Via Panfilo Castaldi e Via Lazzaro Palazzi le notti del venerdì e sabato è completamente ostaggio di una movida selvaggia, le norme in merito alle emissioni acustiche nonché del codice della strada non sono minimamente rispettate – addirittura è impossibile transitare con i propri veicoli a causa della folla che si riversa all’interno della sede stradale e non si capisce come mai la Polizia Locale, più volte sollecitata dai residenti, al posto di creare ordine ripristinando la circolazione, facendo in modo che le persone stiano ordinatamente sui marciapiedi senza invadere la sede stradale non intervenga affatto o si limiti addirittura a bloccare la strada rendendo, di fatto, Via Lecco in quel punto un’isola pedonale non regolamentata.

Questo, oltre al problema di circolazione, fa in modo che la strada diventi un’enorme piazza, con gente ubriaca che disturba, canta, fa chiasso ed impedisce il sonno dei residenti fino a tarda notte, naturalmente la mattina dopo si assiste ad un impietoso spettacolo costituito da cocci di vetro, puzza di urina, bottiglie e rifiuti vari che sono rimossi prontamente da Amsa ma a spese dei residenti per il “divertimento” di pochi.

Ora torna l’ipotesi di pedonalizzazione e chiusura di questo tratto di strada in modo tale da “legalizzare” questa situazione.

Come scritto nell’articolo la pedonalizzazione verrebbe realizzata “pensando alla movida serale”  a spese quindi dei residenti, ma il Comune cosa dirà in merito a questa proposta??? Non si dovrebbe pensare in primis alla salute dei propri residenti??? A quella chi ci pensa???

La soglia di attenzione ora è più alta che mai, questa sarebbe l’ennesima presa in giro dopo tutti i tavoli e le riunioni flop organizzate per cercare di risolvere un problema che sarebbe di facile soluzione, basterebbe far rispettare poche e semplici norme in merito ad inquinamento acustico, pulizia ed ordine pubblico ma a quanto pare è più semplice richiedere di pedonalizzare una strada rendendo di fatto legale una situazione che oggi è fuori controllo, per la felicità dei residenti…

Per non parlare del problema dei parcheggi, ricordo infatti che in questa zona gli edifici muniti di autorimesse o box sotterranei sono praticamente inesistenti ed i residenti sono già esasperati dalla continua eliminazione di posti auto, toglierne ancora non farà altro che aggravare questa situazione…

Sul tema richiederò subito la convocazione di una commissione, è impensabile che provvedimenti di questo tipo vengano presi senza il coinvolgimento dei cittadini e dei comitati dei residenti che sembrano proprio essere stati fino ad oggi del tutto ignorati…

A questo link ulteriori informazioni

Marco Cagnolati

Consigliere Municipio 3 – Comune di Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.