Amat il consulentificio del Comune per paralizzare la mobilità di Milano

Fabrizio c'è Milano

A Milano esiste un vero e proprio consulentificio. Si chiama AMAT, Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio. Il suo bilancio, superiore ai 7 milioni, si basa esclusivamente su studi e ricerche commissionati dal Comune di Milano. Nel sito ufficiale della Società sono indicati solo per l’ultimo anno 296 contratti fra consulenze, proroghe e prestazioni professionali varie.

Quindi il Comune di Milano che già dispone di società strumentali come ATM, MM, SEA e A2A, ha ritenuto di creare un’altra struttura per studiare e fare ricerche nel settore della mobilità e dell’ambiente!

Peccato che, a giudicare dai risultati della mobilità milanese, non siano soldi spese bene. Tutte le invenzioni di Granelli di questi anni sono frutto di studi partoriti dall’Agenzia AMAT: ciclabili, zone 30 KM, ztl, Area B, studi sulla mobilità per incroci e svincoli (ad esempio Citylife), il Pums, la riduzione dei parcheggi. Persino le imperdibili ricerche sui monopattini arrivano tutte da questa fucina del pensiero ambientale.

In pratica siccome le leggi vigenti impediscono ai comuni di dare consulenze oltre un certo livello, e siccome le società, anche se pubbliche, hanno procedure più semplificate per assegnare consulenze, il Comune affida delle commesse di studi e ricerche ad Amat che poi dà consulenze a professionisti esterni.

Basta dare un occhiata all’Home page per capire come l’agenzia sia il fulcro del pensiero di Granelli. Però 7 milioni di ricerche e consulenze sono troppi, considerato i risultati fallimentari sia per l’ambiente che per la fluidità del traffico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.