No, Lerner, Milano non è la più ricca “perché accoglie più migranti”

Milano

Forse ho capito male e qualcuno deve spiegare..ma il commercio della droga dei clandestini e i furti dei rom ai turisti aumentano il Pil di Milano?  Diversamente Gad Lerner, esponente ricco della Milano ricca, deve dettagliatamente chiarire.. Riferisce Il Giornale “Il giornalista su Twitter pubblica il rapporto sull’immigrazione (2018-2019) di Caritas e Migrantes e si avventura in un’analisi piuttosto discutibile: “Ma che coincidenza: #Milano è la provincia con più residenti stranieri (470.273 cioè il 14,5% degli abitanti) e contemporaneamente dà il maggior contributo al Pil, con reddito pro capite fra i più alti. Sicuri che l’immigrazione fa male? #Rapportoimmigrazione @CaritasItaliana”.

A parte il fatto che Milano da molto tempo o, meglio, da sempre è la città più ricca d’Italia, oggi sappiamo che l’accoglienza senza se e senza ma ha raccolto anche il primato di presenze di migranti. Forse i vari ristoranti dei Centri Sociali esentasse aumentano il reddito pro capite? Forse che Il Salone del mobile o la Moda sono gestiti dalla mafia nigeriana all’insaputa di industriali e stilisti? E allora il nesso che vede Lerner è inesistente. Anzi, chi viene in questa città ricca ma anche chi vive in questa città ricca può, in questo momento storico, diventare più povero ed essere derubato. E se si operasse una connessione tra la criminalità e le sue metodologie, sarebbe così fuori luogo considerare l’enorme presenza di migranti? Fermo restando che esistono anche gli extracomunitari che da tempo sono integrati e a cui, naturalmente, va detto grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.