Movida, il Tar obbliga il Comune a tutelare i residenti e a chiarire che cosa intende fare

Milano

Non si conoscono le reazioni di Sala che ha ignorato le proteste per inquinamento acustico del condominio in corso Garibaldi 104, ma ora dopo la bacchettata del TAR, che cosa intende fare? I legali Francesca Vespa e Gabriele Cappello, nel 2018 avevano chiesto «l’adozione di urgenti provvedimenti» per «l’inquinamento acustico» dovuto ai tanti locali della movida presenti nella zona. Invito dimenticato dall’amministrazione. Ora i giudici del Tar lombardo hanno accolto il ricorso del condominio nella parte in cui faceva notare «l’inerzia» del Comune, decidendo che lo stesso deve dare una risposta con «un provvedimento espresso e motivato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.