Piazza Oberdan: sudamericani si accoltellano nell’assenza dell’amministrazione

Milano

Ogni giorno si racconta l’esasperazione violenta degli immigrati. Per l’abbandono, la mancanza di una regia, una finalità di aspettative. E’ forse una fuga dalla realtà per sopravvivere, ma l’adesione alla criminalita è quasi abituale e la legge del più forte si sostituisce al dialogo.“Un accoltellato alla schiena e due feriti alle mani, questo il bollettino di sangue che arriva da piazza Oberdan. Protagonisti della vicenda un gruppo di sudamericani, sempre molto numerosi insieme ad altri immigrati e a diversi clochard in questa piazzetta ostaggio del degrado. Nonostante l’esasperazione di cittadini e commercianti il Comune da queste parti non si è mai visto con interventi incisivi per ripulire l’area”. Così Silvia Sardone, consigliere regionale e comunale del Gruppo Misto. “E’ assurdo che tali episodi accadano alle nove di sera in una zona così frequentata, in pieno centro. Grazie al lassismo della sinistra, gli immigrati delinquono dalla periferia al centro con una facilità disarmante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.