Buco di 348 milioni di fitti non pagati al Comune

Fabrizio c'è Milano
Milano 27 Settembre – 348 milioni! A tanto ammonta la somma di tutti gli affitti e le spese non pagati negli alloggi popolari del Comune nel corso degli ultimi anni.
Eppure nessuno mena scandalo. Per anni vi sono state inchieste, commissioni, commissariamenti dell’Aler perché si era accumulato un passivo analogo. Poi si scopre che il Comune, pur avendo molti meno alloggi di Aler da gestire, ha speso una cifra quasi simile e il PD sta zitto. Muti pure i giornali.
Una differenza c’è: il buco di Aler è della societ, mentre quello delle case Comunali viene spalmato sul bilancio comunale ogni anno e lo paghiamo con le tasse tutti noi residenti.
Chiediamo perciò di istituire una commissione di indagine sul buco 348 milioni accumulato dal Comune di Milano nella gestione delle sue case popolari.
Sta emergendo che una parte della morosità è frutto di calcoli sbagliati del Comune (conguagli delle spese condominiali), responsabilità di dirigenti comunali nel fare transazioni con i gestori privati, dell’incapacità di MM di contrastare la morosità come pure era stato promesso all’atto della sostituzione del gestore Aler con Mm.
Intanto il Comune comunica che Giovedi 30 settembre scade il termine per pagare i conguagli. Ma agli inquilini che devono pagarli, il gestore Mm non riesce a  produrre le pezze giustificative di queste spese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.