Le mosse della disperazione di Mr. Expo

Fabrizio c'è Milano
Milano 13 Giugno – Un giorno Sala se la prende con Salvini, un altro con la Gelmini, infine ieri ha attaccato Parisi. Mister Expo non sa scaldare i cuori con progetti suoi e ripete in maniera meccanica le battute che gli ispirano i suoi spin doctor.  Rimane il problema di sempre: perché lo hanno scelto se il messaggio che deve recitare è la continuità con Pisapia? La sua coalizione fatta di Assessori uscenti continua a ripetere ” va tutto bene, Milano è cambiata in meglio, la poca sicurezza è una invenzione della destra becera”.
Questo messaggio cozza con la realtà di tasse, degrado e scarsa sicurezza e dunque fa poca presa soprattutto nelle periferie.
Ecco le mosse della disperazione: la proposta di un referendum sui Navigli. Ma se l’amministrazione non ha realizzato nemmeno il 10% degli obiettivi dei precenti referendum (fra cui la riapertura dei Navigli) come può impegnarsi a fare referendum? E come fa a tirare fuori 600 milioni che servono per il sogno della riapertura dei Navigli quando oggi mancano le risorse per riqualificare le periferie e terminare la M4?
Boh! Sala ha proprio preso a modello Renzi. Meno male che Milano è molto più libera dell’Italia soggiogata dal grande chiacchierone.
.
Fabrizio De Pasquale Consigliere Comunale di Forza Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.