Inaugurato il nuovo ambulatorio gratuito per indigenti

Cronaca

Milano 21 Maggio – Perché parlare di solidarietà per i tanti nuovi poveri della città? Perché l’indigenza è una malattia che sta dilagando in modo imprevedibile, perché il sistema assistenziale per i milanesi voluto e perseguito da Majorino è un fallimento totale, perché sarebbe doveroso rispettare la dignità dei poveri e di chi, per varie motivazioni si trova in difficoltà. Ben vengano tutte le iniziative priva e religiose che operano con il cuore, ma l’indifferenza di chi amministra è colpevole e va evidenziata. Nasce, dopo le mense e i pacchi di sostegno, un ambulatorio per indigenti. Riporta Il Giornale “Da quasi due secoli la Piccola Casa della Divina Provvidenza – il «Cottolengo», in onore del suo fondatore San Giuseppe Benedetto Cottolengo – opera in Italia e anche all’estero per dare un aiuto concreto e «aprire ai bisognosi che bussano alla porta», come afferma Fratel Marco Rizzonato, operativo a 360 gradi presso la struttura torinese e coordinatore dell’Ufficio raccolta fondi, ma anche dedito agli anziani e ai disabili. «Siamo pronti ad aiutare tutti coloro che ne hanno veramente bisogno; soprattutto a seguito della recente crisi finanziaria che ha investito tutto il Paese, sono in aumento gli italiani che si ritrovano senza lavoro, con una famiglia a carico, separati e con problemi anche ad avere un tetto. Ogni giorno serviamo pasti per un numero sempre crescente di persone. La condizione di povertà sta dilagando e ci ritroviamo ad aiutare intere famiglie a superare il periodo di crisi offrendo, per 3 mesi, un pacco settimanale di viveri e un buono per l’acquisto di carne, un concreto aiuto per trovare un lavoro e anche una casa, per la quale possano pagare l’affitto». Sono numerosi i progetti per i quali il Cottolengo lavora: «Di recente – aggiunge Fratel Marco – abbiamo inaugurato un nuovo ambulatorio gratuito per indigenti dove offriamo un servizio rivolto alle persone che non possono permettersi di accedere alle cure mediche ordinarie perché non hanno denaro sufficiente a coprire le spese sanitarie basilari. Inoltre abbiamo attivato anche una raccolta fondi con sms solidale: Sos Ticket sarà proprio un’estensione del servizio infermieristico ambulatoriale».

La «Piccola Casa» ha un cuore davvero grande e offre aiuto agli anziani e ai disabili rimasti soli e in difficoltà economica. Per «Essere Umani», come recita lo slogan sulla dignità, si può contribuire con il 5xmille a favore del Cottolengo, donandolo al Codice Fiscale 01538340017. Chi può faccia qualcosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.