E i centri commerciali diventano il salotto degli anziani contro il caldo  

Approfondimenti Società

Milano 22 Luglio – Contro l’afa e il caldo torrido di questi giorni, un rimedio c’è, un rimedio alla portata di tutti, che non costa niente: è sufficiente andare in un Centro Commerciale con l’aria condizionata.

Questa la riflessione di molti anziani, stanchi di un ventilatore che fa più male che bene, che non basta, che circoscrive il fresco ad una stanza che… ma vuoi mettere come sarebbe bello avere i soldi per un condizionatore che rinfresca tutte le stanze….anche in camera…e si potrebbe dormire in santa pace senza grondare sudore…e guardare la televisione in tranquillità..centro commerciale

Al Centro Commerciale passeggiano, bevono il caffè, si riconoscono, chiacchierano: un modo anche simpatico per socializzare, per passare il tempo, per dimenticare quella pensione così minima che non permette neppure un acquisto a rate.

Ma, dicono le commesse, sono educati, comprano magari una cosa, ma più volte al giorno, per giustificare la loro presenza ad esempio il pane al mattino e poi due pomodori e un po’ di frutta al pomeriggio, perché ci vuole dignità e pudore. Poi guardano le vetrine, fanno i conti, commentano, ma difficilmente entrano nei negozi che non siano alimentari. E c’è sempre quella ritrosia di chi non vuol disturbare, non vuol far perdere tempo, tanto anche con gli sconti non si può spendere.

E le corsie si scaldano, hanno una nuova anima, raccontano storie di ordinaria indigenza.

Un’umanità che sopravvive, perché vivere è concedersi una pizza o un cinema ogni tanto, è attraversare il tempo potendo affrontare le necessità, è regalarsi, magari, un condizionatore quando il caldo è soffocante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.