Le proposte di Forza Italia per il dopo Expo

Milano Politica
Milano 13 Luglio – Expo è luogo di continue passerelle di Ministri ed esponenti Pd ma nessuno di costoro si occupa di fare ciò che dovrebbe: definire il futuro dell’area per evitare che rimanga abbandonata.
Oggi Forza Italia presenterà le sue proposte per il post Expo. Vediamo in estrema sintesi quali sono.

1 –  PRENDERE IN FRETTA DECISIONI NEI LUOGHI PREPOSTI.

Quindi si faccia subito un dibattito in Consiglio Comunale al termine del quale si stabilisca quali sono le priorità del Comune e quali impegni chiedere al Governo .

2 – PUNTARE SU UNIVERSITA’ E RICERCA CON IMPEGNO CERTO DEL GOVERNO.

Sulle funzioni strategiche da assegnare all’area Forza Italia  da priorità al trasferimento del polo scientifico dell’Università Statale su parte dei terreni. Per realizzare questo obiettivo strategico è necessario arrivare in tempi strettissimi all’impegno da parte del Governo ed eventualmente di Cassa Depositi e Prestiti.

 3 – A Expo il seme del futuro. UN HUB PER TUTTE LE START UP

Favorire la nascita di un polo delle start up su una parte di aree (contigua al polo scientifico) attraverso agevolazioni di carattere fiscale, contributivo e agendo sul prezzo di vendita di questa parte di terreni, in modo che tenga conto del forte interesse pubblico a sviluppare questo tipo di insediamenti.

4 -L’AREA DEVE CONTINUARE A VIVERE. PUNTIAMO SU TEMPO LIBERO, BAMBINI E SPORT

Occorre da subito individuare e definire le procedure per assegnare in concessione provvisoria i terreni ed eventualmente alcune strutture per attività di carattere temporaneo da svolgere nell’ex sito espositivo. Queste attività avranno lo scopo di valorizzare l’investimento fatto nell’interesse della città ma anche la finalità di assicurare manutenzione, presidio e di mantenere alta l’attrattività della zona, ai fini di future valorizzazioni. Tra le attività che si possono immaginare come temporanee per questa area, tutte quelle legate al tempo libero (concerti ed happening musicali, parchi tematici per l’infanzia, manifestazioni ed attività sportive) e quelle legate allo svolgimento di manifestazioni fieristiche legate ad architettura, verde, ambiente.

5 – IL RIUSO DEI PADIGLIONI PER FAR VIVERE LA PERIFERIA

Inserire da subito nel bilancio del Comune di Milano una voce di finanziamento per lo spostamento e il riuso di alcune strutture espositive all’interno di parchi e altre aree comunali, prevalentemente in periferia, da destinare a: centri anziani, centri aggregazione giovanile, scuole, nidi, biblioteche, uffici distaccati del Comune, ecc. ecc.. Il riuso può ancor più riguardare strutture mobili dell’attuale sito espositivo quali elementi arredo urbano, culture, schermi, verde, ecc. ecc..

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.