Che cosa si deve fare per tenere unita la coppia: cinque consigli

Società

Milano 11 Ottobre –  In una storia d’amore ci sono discussioni di cui avvertiamo l’importanza, ma che preferiamo evitare. Talvolta per paura delle possibili reazioni, vergogna, incapacità di esporre le nostre idee, finiamo per azzittire un confronto che, al contrario, è il sale della coppia e ciò che consente a entrambi di raggiungere un equilibrio fondato sull’armonia profonda e l’autentica conoscenza dell’altro.

Ciò che non si leggere nelle belle favole d’amore è… il giorno dopo. Quando i voli a mezzo metro da terra del primo periodo si calano nell’esistenza quotidiana, magari nella condivisione di una casa e un progetto di vita, è facile perdersi nei mille impegni. Fra bollette e cose da fare evitiamo di esprimere alcuni punti importanti che, invece, è bene tener presente per aiutare la coppia a trovare più forza e stabilità.

1 – I litigi aiutano l’equilibrio. Contrariamente a ciò che si crede litigare non fa male alla coppia: è la modalità ciò che può destabilizzare o approfondire un rapporto. Evita di tenere tutto dentro e rimuginare o finirai per scoppiare come una pentola a pressione e quel punto le parole potrebbero rompere l’argine del consentito con la forza distruttiva di un fiume in piena.
Soprattutto all’inizio è opportuno essere sinceri anche a costo di apparire egoisti riguardo ciò che amiamo e quello che, invece, ha il potere di innervosirci. Esprimi con chiarezza come la pensi e se ciò vi porterà a dover affrontare una discussione non sottrarti: spiega la tua prospettiva, ascolta quella del partner e, insieme, trovate una linea comune che possa mettere d’accordo entrambi.

2 – Avete parlato dei conti di casa? La questione soldi in una coppia può essere spinosa a causa di comportamenti e abitudini diverse, differenza nei guadagni e, soprattutto, discrepanze che possono dividerci riguardo obiettivi e progetti di vita. Per gestire in modo più facile le spese domestiche potete richiedere, in banca o presso un ufficio postale, una carta di credito ricaricabile da caricare ogni mese con un budget da decidere insieme. In questo modo avrete sotto controllo le uscite, dalla spesa al supermercato alle bollette o il mutuo. Inoltre, se siete bravi e riuscite a evitare di spendere tutto il budget a fine mese vi ritroverete con un piccolo risparmio per una cena insieme, oppure da accrescere mese dopo mese e investire in un viaggio insieme o una spesa per la casa.
Se uno di voi due è una formica e l’altro una cicala il problema è più serio: affrontate la questione a cuore aperto e siate consapevoli che, pur mantenendo due conti separati, essere in coppia significa avere un progetto di vita insieme. È meglio essere subito chiari su come ognuno vorrebbe spendere i propri soldi, sui sacrifici che siete disposti a fare e su quello che considerate davvero importante nella vita.

3 – Quali sono le vostre priorità? Definire con onestà ciò che consideriamo indispensabile, gli obiettivi e i desideri che vorremmo realizzare è importante perché ci permette di capire la direzione verso cui vogliamo procedere e, al tempo stesso, comprendere se l’altro è davvero il compagno di viaggio e di vita adatto a noi. Non esiste il vademecum della coppia perfetta: ognuno crea una sua personale ricetta, tuttavia per poter essere affiatati e consapevoli uno dell’altro è necessario essere sinceri e esporre le proprie idee. Avere o no un figlio, il mutuo o l’affitto, la presenza di animali domestici, le vacanze, i genitori, i valori che guidano l’esistenza: mettete le carte in tavola e… valutate la sintonia su ciò in cui credete.

4  – Il sesso si fa… e se ne parla. Non parlare del sesso è un grave errore, perché è impossibile approfondire l’intimità raggiunta se non mostrando all’altro ciò che amiamo, i gesti che riescono a darci piacere, le nostre esigenze fisiche e mentali. I piccoli segreti che riescono a cementare una passione anche dopo anni riguardano la capacità di essere vulnerabili e aprirsi reciprocamente creano la mappa di un tessuto in cui ogni giorno scoprire e aver cura di noi e di chi ci vive a fianco, nell’avventura di procedere insieme nell’esistenza, mano per mano.

5 –  La noia è un fatto normale. A volte capita di annoiarsi persino in compagnia di noi stessi: è illusorio e oltremodo falso ritenere che con l’altro debba essere unicamente un momento di risate, entusiasmo e gioia ininterrotti. Non siamo animatori turistici, dunque accadranno giornate in cui il partner o noi saremo stanchi, di pessimo umore, annoiati e arrabbiati. Ciò che ci permettiamo poco di fare è lasciare all’altro lo spazio necessario per sentire queste emozioni: non si tratta di egoismo, ma abbiamo tutti bisogno di rifugiarci nel silenzio o vedere i propri amici più fidati in solitudine, anche solo per una chiacchierata o un drink distensivo.

I momenti di rabbia, litigio, noia, distanza fanno parte della vita di una coppia. La vera questione è saperli prendere per ciò che sono: semplici momenti, che solo presi tutti insieme racconteranno il dna della vostra storia. Nelle pagine di vita insieme ricordatevi di aggiungere un abbraccio improvviso, il bacio della buona giornata, la propensione a divertirvi ancora insieme: ridere è la chiave per una felicità di coppia destinata a durare nel tempo raggiungendo vette inesplorate.

(Tg.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.