Di Maio contro tutti. Soprattutto la realtà

All’interno, lo scontro contro i lealisti della prima ora del Movimento. Contro l’alleato di Governo, sulle nomine. Contro il Ministro dell’economia, reo di non voler piegarsi. Fuori, contro Confindustria, le associazioni di categoria (salvo Coldiretti). Contro l’Inps ed il suo presidente. E poi i nemici immaginari, le manine oscure che nella notte e le macchine […]

Leggi tutto

Decreto Dignità: iniziata la guerra contro chi produce

Era difficile pensare a così tante misure assurde nel medesimo posto. In sostanza, il primo decreto del governo Conte, è un insulto a chiunque produca ricchezza. Umiliati nella professionalità, additati come untori, resagli più complicata la vita produttiva in ogni aspetto, gli Imprenditori non hanno certo taciuto. Per esempio, dichiara la Confindustria: “Come abbiamo sempre […]

Leggi tutto

Parla Paolo Savona: “Perché va ampliato lo statuto della Bce e va cambiata l’architettura dell’Ue”

Proponiamo il messaggio di Paolo Savona, ministro per gli Affari Europei, in occasione dell’incontro del 27 giugno in Confindustria. Il testo è stato pubblicato da www.startmag.it Signor Presidente della Confindustria, Signore e Signori, la data del 27 giugno, giorno antecedente al Consiglio d’Europa, si è mostrata un ostacolo all’adempimento del mio impegno di partecipare a […]

Leggi tutto

Verona: da Confindustria il piano per l’Italia

Il presidente Boccia:  «La nostra missione è il lavoro. In cinque anni 250 miliardi di investimenti e 1,8 milioni di nuovi occupati»  Milano 18 Febbraio – «Siamo qui, fuori dalle fabbriche per mandare un messaggio alla politica: non smontare le riforme fatte che hanno dato effetti sull’economia reale. E per indicare come proseguire, con proposte nell’interesse […]

Leggi tutto

Confindustria boccia la manovrina perché aumenta le tasse

Milano 3 Maggio – Tra il dire e il fare ci sono di mezzo le tasse. È Confindustria a tirare le orecchie al Governo sulla manovrina, sottolineando che “si è spesso sostenuto che la correzione dei conti sarebbe stata conseguita ricorrendo prevalentemente a misure di contrasto all’evasione, senza incrementare la pressione fiscale”, ma così non è […]

Leggi tutto

Il paradosso: lo Stato finanzia chi chiude le fabbriche.

Milano 15 Aprile –  Un editoriale, una lettera ai lettori de La Verità per spiegare con amarezza e incredulità un paradosso che manda all’inferno il buon senso. Proponiamo integralmente l’articolo di Maurizio Belpietro Cari lettori, che cosa pensereste se vi dicessi che il governo finanzia con soldi pubblici le aziende italiane che licenziano e vanno […]

Leggi tutto

Come uscire dalla crisi: Reti di imprese e loro manager

Milano 10 Marzo – Alla fine del lungo Inverno della crisi la domanda fatidica è sempre la stessa: come se ne esce? Vivi, possibilmente. A questa domanda rispondono gli ultimi dati sulle reti di aziende. La Lombardia e Milano si confermano anche ad inizio 2017 i territori più capaci di collaborare con il 25,3% e il […]

Leggi tutto

Che pena che fa la Confindustria renziana

Milano 4 Luglio – Dobbiamo esserci sbagliati: la sede di Confindustria non si trova in viale dell’Astronomia ma in quello frequentato dagli astrologi. Solo così si possono spiegare le stime del Centro Studi sulle possibili conseguenze del no al referendum d’autunno. Un crollo del Pil del quattro percento, seicentomila occupati in meno, 430mila nuovi poveri e via strologando. Mancano solo la retrocessione della […]

Leggi tutto

Confindustria boccia Renzi, la ripresa non c’è

Milano 17 Dicembre – “L’economia italiana sta rallentando, il mancato decollo della ripartenza resta un vero rebus”. E’ questo lo scenario economico che emerge dall’analisi del Centro studi di Confindustria, secondo cui “la ripartenza dell’economia italiana non ha avuto nei mesi estivi lo slancio atteso”. Pil a ribasso Viale dell’Astronomia rivede al ribasso le previsioni per il […]

Leggi tutto

L’art. 18 e la sua storia paradossale, quando i sindacati volevano superarlo e fu Confindustria a dire di no

Milano 25 Settembre – La storia dell’art.18 dello Statuto dei lavoratori è paradossale e cambia nel tempo rovesciando i ruoli delle parti sociali: il 4 giugno del 1985 Cgil, Cisl e Uil votarono un documento nell’assemblea generale del Cnel che escludeva l’obbligo di reintegra in caso di licenziamento, ma chi si oppose fu incredibilmente la […]

Leggi tutto