Sicurezza: In Consiglio Sala assente al dibattito, manda in trincea l’incompetente Granelli.

Milano

“Non stupisce l’assenza del Sindaco Sala durante il dibattito fortemente voluto dal nostro Gruppo consiliare, la Lega, sul tema della sicurezza”, interviene Samuele Piscina, Consigliere comunale di Milano e vicecommissario cittadino della Lega.

“È abbastanza evidente che il Primo cittadino sia alquanto imbarazzato e abbia gettato la spugna in merito alla gestione fallimentare della sicurezza nella città, lasciando Milano allo sbando, in balia del più incompetente degli assessori che abbiamo mai visto. È proprio Granelli a presentarsi finalmente in aula, al posto del Sindaco, dando in tutti i sensi i numeri e lasciando al Consiglio un’immagine ben diversa dalla realtà che purtroppo i cittadini vivono ogni giorno. Qualunque milanese potrebbe evidenziare che i vigili non siano presenti e che, quando quasi miracolosamente compaiono, non intervengano, creando un senso di diffusa sfiducia da parte dei cittadini e d’impunità per chi commette reati. Nelle ore notturne addirittura svaniscono, dando dal centralino risposte rassicuranti che suonano poi di tradimento nei confronti dei cittadini che nel 99,9% dei casi non ottengono alcun aiuto e continuano a vivere un incubo”.

“Mancano prevenzione, controlli, conoscenza di ciò che accade sul territorio, presidio. Insomma, manca organizzazione. Nessuno ne fa una colpa ai Ghisa, sempre capaci e disponibili al momento del bisogno, ma a chi li gestisce, in particolare alla parte politica incapace di contrastare anche i problemi da sempre conosciuti”.

“Ricordo che il Sindaco è il primo responsabile della sicurezza nella città e siede al Tavolo provinciale per la pubblica sicurezza. Nonostante il tema sia stato trattato a più riprese in sede consiliare, nulla a oggi è cambiato rispetto ai fatti dello scorso Capodanno. Per questo chiediamo subito al Comune di sviluppare un piano straordinario sulla sicurezza, per fronteggiare quella che è un’emergenza eclatante nella città che le classifiche certificano come la più insicura d’Italia”.

“Sala sarà ricordato a Milano come il Sindaco dell’insicurezza, degli stupri, dei reati predatori, dell’abusivismo, dell’illegalità tollerata e del degrado. Il Sindaco e Granelli non hanno il polso della situazione”, conclude Piscina. “Se hanno alzato la bandiera bianca, si facciano da parte perché i cittadini meritano di poter vivere in sicurezza, dentro e fuori dalle loro abitazioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.