Orticola: profumi, colori e tanti eventi per i 25 anni della mostra-mercato di fiori e piante di Milano

Milano

Orticola 2022. Fino alall’8 maggio, dopo la pausa forzata dovuta alla pandemia, la grande mostra mercato che si svolge dal 1996 ai Giardini Montanelli di via Palestro festeggia quest’anno la venticinquesima edizione. Con un rigoglioso calendario di mostre, eventi collaterali, workshop e conferenze dedicati al tema dell’equilibrio fra uomo e natura. Da esplorare in città ma anche fuori porta

Ancora una volta è tornata la primavera. E quest’anno è una stagione particolare, percorsa da fermenti di segno contrastante: un tempo instabile che galoppa sotto cieli tormentati, fra venti di burrasca e improvvise schiarite.

Eppure, nonostante tutto, la Natura continua a generare e a rigenerarsi anche nei contesti più difficili e impervi, ed esprime la sua inesauribile energia ovunque: anche in quei Giardini invisibili fatti quasi di nulla, le oasi minime che germogliano fra le pietre del selciato nelle nostre città o in un vaso abbandonato in un cortile all’ombra di un vecchio albero, e ai quali il paesaggista Antonio Perazzi ha da poco dedicato un nuovo, illuminante manifesto botanico in uscita il 10 maggio (Antonio Perazzi, I giardini invisibili, Utet, 192 pp., 16 €).

Grosso modo a due anni dall’inizio della pandemia, è dunque giunto il momento di gettare con forza nella terra i semi di qualcosa di nuovo, un antidoto naturale alla paura che sia pronto a nascere, a crescere, a fiorire. E ad avvolgere il corpo e la mente in quell’abbraccio fatto di profumi, di colori, di sensazioni tattili, di erba, di fiori, di radici che sanno di buio, di acqua e di humus. Le emozioni naturali che – come insegna la biofilia – sono da sempre la linfa della vita.

Tutto questo (ma anche qualcosa di più) è Orticola a Milano, una festa mobile del verde che da un quarto di secolo dai giardini Indro Montanelli di via Palestro contagia con la sua carica corroborante tutta la città, con decine di eventi e appuntamenti distribuiti dal centro alle periferie ma – per l’edizione odierna – anche nei giardini del lago di Como e in un raffinato parco piemontese a Pinerolo.

Orticola 2022: fino all’8 maggio, tra vivai, gallerie, parchi e musei alla ricerca della natura

È tutto visibile, sfiorabile, annusabile: tante idee che riempiono gli occhi e il cuore. Il payoff di Orticola 2022, “in equilibrio con la natura”, funge da ideale fil vert per tutta la manifestazione che si svolge dal 5 all’8 maggio.

Come di consueto, la kermesse comprende la mostra mercato (che per l’edizione numero 25 ospita un nuovo padiglione-serra in vetro e ferro creato in collaborazione con Square Garden), l’esperienza fiorita al “FuoriOrticola”, evento diffuso che si dipana in ben 70 hot spot sparsi in città, le visite ai 12 “amici-musei”, i laboratori per bambini (che potranno dare vita all’Orchestra della Natura, per suonare tutti insieme con rami, foglie, pietre, semi e conchiglie), gli incontri culturali della rassegna “Dialoghi in giardino”, le mostre della composizioni floreali e le ben 42 Vetrine-Fiorite-amiche, di cui 9 sono imprese milanesi “storiche” che continuano a portare avanti il loro impegno nel segno dell’esclusività e della bellezza.

Agli espositori presenti a Orticola fin dagli anni Novanta – dai Vivai delle Commande, specializzati in in peonie e Hosta, allo storico Roseto Barni di Pistoia, giusto per citarne alcuni –  si aggiungono quest’anno nuovi espositori che propongono diverse rarità botaniche: è il caso del Vivaio Le Muse di Lanuvio, in provincia di Roma, specializzato in piante della fascia tropicale e sub-tropicale, di KimeraTropical, la collezione di rare varietà da seme originarie del Costa Rica selezionate da Paolo Vassalli, o di Intragnola Giardino Botanico, associazione onlus di Laveno-Mombello, sulla sponda lombarda del Lago Maggiore, che presenta una capsule di cedri del Libano da seme certificato di provenienza libanese e di Taxodiumdistichum prodotti “in casa”, nel giardino botanico del parco di villa Intragnola.

A osservarle da vicino, passeggiando fra gli stand dei giardini via Palestro, si ha come l’impressione che si tratti di piante in qualche modo familiari, già viste ma delle quali non si conosce il nome: a Orticola sarà possibile scoprirne i segreti e le necessità e anche acquistarle. Per poi tornare a casa, la sera, con le

Per informazioni
Orticola di Lombardia, Giardini Pubblici Indro Montanelli, Milano; ingressi da Palazzo Dugnani (via Manin 2), piazza Cavour e via Palestro.
Da giovedì 5 maggio, dalle ore 14  alle ore 18.30; venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 maggio, dalle ore 9.30 alle ore 19,30. L’acquisto dei biglietti è possibile esclusivamente on line su orticola.org e  midaticket.it ( 12 €, gratuito fino a 16 anni).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.