Sanità, Moratti: hackeraggio fronteggiato con tempestività, chiusi sistemi per evitare ricatti

Lombardia

“Abbiamo fatto fronte all’hackeraggio, siamo stati noi a chiudere i nostri sistemi per non dover sostenere un ricatto. Quindi è stata fatta un’azione proattiva”: lo ha spiegato l’assessore regionale al Welfare Letizia Moratti, a margine dell’inaugurazione del nuovo reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Paolo, tornando sull’attacco informatico all’Asst Fatebenefratelli-Sacco del primo maggio che ha riguardato quindi gli ospedali Macedonio Melloni, Fatebenefratelli, Sacco e Buzzi.

L’assessore ha anche riferito che i sistemi sono quasi completamente nuovamente operativi e che “rimane solo una parte che va ripristinata ed è il pronto soccorso, riteniamo verrà superata nel giro di poco tempo”.

“Stiamo lavorando per ripristinare tutti i macchinari – ha detto – stiamo investendo molto in tecnologie digitali, in cybersecurity”. #est

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.