Nordio ammette “La strada “Norimberga” non è percorribile per Putin”

Economia e Politica

l mondo intero vorrebbe vedere Putin imputato  in un processo a Norimberga, ma l’ex magistrato Carlo Nordio  in un’intervista a LiberoQuotidiano ha fatto il punto della situazione e spigato le difficoltà.

Non ci sarà nessuna Norimberga per Vladimir Putin. Saranno i suoi successori, semmai, a regolare i conti con lui“. E spiega il perché “Non credo sia percorribile per ragioni pratiche più che giuridiche” intanto perchè manca la ratifica di Russia, Stati Uniti, Cina e Israele, ma soprattutto perché questi processi non si possono fare “in absentia”, ossia in contumacia. “E credo sia difficile vedere Putin estradato dalla Russia per esser portato davanti ai giudici… Del resto, nella maggior parte di casi, quando cade un dittatore i conti li regolano in casa, in modo cruento, come con Ceausescu, Saddam e Gheddafi, o in modo più soft, come con Pinochet“.

Non si possono paragonare con quelli di Iran e Jugoslavia “Quelli che vediamo in Ucraina sono così estesi da far pensare a distruzioni volute e premeditate. Cioè, appunto, a crimini“, sottolinea l’ex magistrato, che spiega perché la richiesta di Mosca dovrebbe riguardare anche i bombardamenti sulla Jugoslavia e quanto accaduto in Iraq ma gli esempi non sono calzanti e il perché è presto detto: non è un parallelismo corretto perchè “non c’è alcun indizio” che le vittime civili dei due Paesi “fossero intenzionali. Il loro stesso numero, relativamente limitato tenuto conto della lunghezza dei conflitti, le fa rientrare tra gli orrori della guerra, senza che per questo siano delitti in senso stretto“.

E ci sono sicuramente dei criteri per i crimini di guerra “Di certo le uccisioni deliberate di prigionieri, a maggior ragione se civili, sono crimini di guerra” Zelensky ha parlato di genocidio ed ha ragione nell’esprimersi con un termine così forte perché si “difende da un’invasione brutale che provoca migliaia di vittime anche tra i civili. Il genocidio, come eliminazione programmata di una etnia odi un gruppo, è più difficile da ipotizzare, ma questo cambia poco”:

Che fare se si esclude NorimbergaLa giustizia è sempre quella dei vincitori. Tutti sapevano che la strage di migliaia di ufficiali polacchi a Katyn era stata fatta dai sovietici, ma nessuno disse nulla. Churchill stesso aveva così poca considerazione di quel modo di procedere che commentò l’esecuzione di Mussolini dicendo che così, almeno, il capo del fascismo si era risparmiato una Norimberga italiana“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.