2020 il Comune di Milano ha speso 14.160.605 euro per organizzazione e partecipazione a manifestazioni e convegni

Milano

Un record assoluto, uno schiaffo a chi tentava di sbarcare la giornata, un calcio alla categoria che vive di assistenza. Il report dice il vero, il manager Sala ha più volte affermato di sapere come trattare e investire i quattrini, ma la cifra per “chiacchierare”, anche se si ipotizza con profili di persone qualitativamente alti, non depone a favore della sua efficienza.

Da Adnkronos “E’ Milano il capoluogo di provincia che, in valori assoluti, ha la maggiore uscita per spese per l’organizzazione e la partecipazione a manifestazioni e convegni, raggiungendo nel 2020 la cifra record di 14.160.605,78 euro. A decretarlo la speciale classifica elaborata per l’Adnkronos dalla Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica italiana, nell’ambito del progetto ‘Pitagora’, che prende in esame i costi sostenuti nel 2020 da Regioni e capoluoghi di Provincia (sul sito www.adnkronos.com tutte le tabelle e le cifre del report).”

E con una distanza abissale “Dopo Milano, fra le città con le più elevate spese per questa voce, superiori a 1.000.000 di euro, seguono in classifica, a distanza: Salerno (2.446.314,72), Rimini (2.384.898,59), Trieste (1.889.159,04), Palermo (1.763.257,56), Verona (1.600.245,74), Catania (1.308.486,63), Napoli (1.187.252,78), Venezia (1.141.961,80), Treviso (1.045.050,00), Ancona (1.040.343,93).”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.