Come funzionano a Milano multe ed esenzioni per Area B, Area C e Ztl

Milano

Nel capoluogo lombardo l’accesso e gli spostamenti di automobili e mezzi motorizzati sono regolati da diverse Zone a Traffico Limitato, in particolare le grandi Area B e Area C. Ecco quali sono e quali veicoli possono circolare liberamente.

Area C corrisponde al centro storico, Area B copre quasi l’intera superficie del Comune di Milano

Una metropoli al centro dell’area più densamente abitata d’Italia: a Milano, capoluogo della Lombardia, risiedono 1,3 milioni di abitanti, e i flussi veicolari in ingresso rendono il traffico una variabile quotidiana di spessore. Per regolamentare l’accesso di automobili e dei mezzi motorizzati esistono due grandi Zone a Traffico Limitato, l’Area B che corrisponde di fatto alla cerchia della circonvallazione esterna, e la centralissima Area C della Cerchia dei Bastioni. A Milano, inoltre, diverse Ztl condizionano gli spostamenti su alcune delle strade del centro città. Ecco quali sono le principali Ztl attive a Milano, quali vetture possono liberamente circolare, e quali sono le multe previste in caso di mancato rispetto.

Area B prevede il divieto d’ingresso ai veicoli e i mezzi più inquinanti

AREA B: COME FUNZIONA

In vigore dal 2019, l’Area B interessa circa il 75% dell’estensione della città di Milano, pari a 136 km quadrati: impone il divieto d’accesso a tutti i mezzi con lunghezza superiore ai 12 metri adibiti al trasporto merci e agli autoveicoli più inquinanti. Area B a Milano è attiva dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30, esclusi i festivi. L’accesso, ove consentito, non è soggetto ad alcun pagamento. La sanzione pecuniaria per il mancato rispetto della Ztl varia tra 163 e 658 euro; in caso di recidiva, nel corso del biennio, la multa s’aggrava e può portare alla sospensione della patente da 15 a 30 giorni. Da ricordare, infine, che un mezzo che non può circolare in Area B durante il periodo d’attivazione (7.30-19.30), se si trova all’interno dell’area stessa, può rimanervi (ma non circolare) fino al termine della fascia oraria.

La sanzione pecuniaria per il mancato rispetto della Ztl varia tra 163 e 658 euro

AREA B: CHI ENTRA E CHI NON ENTRA

Non possono accedere all’Area B tutti gli autoveicoli per trasporto persone con motore benzina Euro 1, e i diesel senza filtro anti-particolato Fap fino a Euro 4 incluso. Sono ancora ammesse, invece, le auto a gasolio Euro 4 con valori di emissioni di PM10 uguali o inferiori a 0,0045 g/km (verificare il campo V5 sulla carta di circolazione), e i diesel Euro 4 con Fap after-market installato entro il 31 dicembre 2018, con classe a massa particolato pari almeno a Euro 4. È vietato l’accesso alle auto con doppia alimentazione gasolio-Gpl e gasolio-metano fino a Euro 3. Possono circolare, al contrario, i veicoli benzina-Gpl e benzina-metano: se l’impianto è stato installato in seguito all’acquisto della vettura, è necessario trasmettere la carta di circolazione aggiornata, con omologazione, al Comune di Milano. Non possono circolare in Area B, inoltre, motoveicoli e ciclomotori a due tempi Euro 0 ed Euro 1, e quelli (poco diffusi) alimentati a gasolio fino a Euro 1 compresi. Il calendario delle restrizioni prevede nei prossimi anni una graduale estensione del divieto d’accesso che, dall’1 ottobre 2030, metterà “fuori gioco” anche le auto diesel, incluse le più recenti Euro 6d-Temp; la situazione d’emergenza sanitaria in corso dal 2020 ha posticipato l’entrata in vigore di alcune restrizioni. Qui tutte le informazioni sul sito del Comune di Milano.

Area B prevede, entro il 2030, il divieto d’accesso a tutte le auto diesel, anche le Euro 6d-Temp

AREA B: LE DEROGHE

Per l’accesso all’Area B sono previste alcune deroghe, per esempio per i veicoli d’interesse storico, dotati di Certificato di Rilevanza Storica (Crs), che consiste in un bonus valido per l’accesso: nel caso dei veicoli con almeno 40 anni, il bonus è di 50 giorni; per quelli con più di 20 anni e meno di 40 il bonus è di 25 giorni. La deroga, associata al veicolo e non al proprietario, si richiede tramite il portale dedicato del Comune di Milano.

L’Area C corrispondente alla Cerchia dei Bastioni, il centro storico di Milano

AREA C: COME FUNZIONA

L’Area C, Zona a Traffico Limitato corrispondente alla Cerchia dei Bastioni, il centro storico di Milano, è delimitata da 43 varchi dotati di telecamere, ed è attiva dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30, esclusi giorni festivi. Alcune categorie di mezzi vi possono accedere liberamente, altre pagando un ticket d’ingresso (5 euro/giorno; per i residenti 2 euro, dopo i 40 accessi gratuiti annuali; previste maggiorazioni ai mezzi Ncc); altre categorie, invece, non possono accedervi, salvo alcune eccezioni. La sanzione pecuniaria per il mancato rispetto della Ztl varia tra 163 e 658 euro; in caso di recidiva, nel corso del biennio, la multa s’aggrava e può portare alla sospensione della patente da 15 a 30 giorni. La Zona a Traffico Limitato Area C prevede un calendario di restrizioni progressive che nel corso degli anni andrà a ridurre sostanzialmente la possibilità d’accesso: da ottobre 2029 saranno fermate le auto diesel Euro 6d-Temp, da ottobre 2030 quelle benzina Euro 5. Qui tutte le informazioni e il cronoprogramma.

Il perimetro dell'Area C di Milano

AREA C: CHI NON PUÒ ENTRARE

È già vietato l’ingresso in Area C ai mezzi motorizzati più inquinanti, in sintesi: tutte le auto con alimentazione benzina fino alla classe Euro 1 compresa. Divieto anche per le vetture diesel fino a Euro 4 compresa senza Filtro Anti Particolato; fino a Euro 3 con Fap after-market con classe massa particolato PM10 inferiore a Euro 4; diesel con Fap after-market installato dopo il 31-12-2018 di classe pari almeno a Euro 4; fino a Euro 4 diesel con Fap di serie con emissioni di particolato superiori a 0,0045 g/km. Divieto d’accesso in Area C anche alle vetture con doppia alimentazione gasolio-Gpl e gasolio-metano fino a Euro 3 compreso; e ai motoveicoli e i ciclomotori con motori due tempi, e quelli a gasolio (fino alla classe Euro 1 compresa), oltre che ai mezzi con lunghezza superiore a 7,5 metri. Fino al termine dell’emergenza sanitaria è posticipata la prossima “stretta” (che era prevista da ottobre 2021) che andrà a bloccare, per esempio, tutte le auto benzina Euro 2 e i diesel Euro 5.

Auto, moto, scooter elettrici hanno accesso libero all’Area C

AREA C: CHI PUÒ ENTRARE

In Area C possono entrare gratuitamente tutti i veicoli elettrici – moto, tricicli, quadricicli -; i veicoli ibridi di classe M1 con emissioni di CO2 inferiori o uguali a 100 g/km, e gli ibridi di classe M1 con emissioni superiori a 100 g/km (fino all’1 ottobre 2022, quando questi ultimi dovranno pagare il ticket); gli autoveicoli ibridi diversi dalle autovetture (classi: M2, M3, N1, N2, N3) fino all’1 ottobre 2023. Sono previste deroghe per l’accesso dei veicoli (che non rientrano nelle categorie citate) che debbano entrare in Area C, per esempio, per trasportare disabili (se muniti di apposito contrassegno) o per raggiungere o i pronto soccorsi ospedalieri.

In Area C possono entrare gratuitamente tutti i veicoli elettrici

ZTL A MILANO, LE ALTRE ZONE

A Milano altre Ztl limitano l’accesso e la circolazione dei veicoli ad alcune fasce orarie, oppure a specifiche categorie di utenti, per esempio i residenti. Le principali Ztl sono quelle di Corso Garibaldi (tra via Pontaccio e Largo La Foppa), Corso di Porta Ticinese (Via De Amicis-Piazzale XXIV Maggio), la zona di via Paolo Sarpi, e di Piazzale XXV Aprile. Qui è esclusa la circolazione a tutti i mezzi pesanti con lunghezza superiore a 7,5 metri, salvo particolari deroghe e le attività di carico e scarico delle merci in orari stabiliti; le telecamere sono attive 24 ore su 24. In altre Zone a Traffico Limitato, invece, le restrizioni sono ridotte ad alcune fasce orarie: sui Navigli (tutti i giorni dalle 20 alle 7), e all’Arco della Pace (tutti i giorni dalle 22 alle 4). Per accedere in auto chi ne ha diritto deve richiedere l’apposito pass gratuito, riservato ai residenti e ai cittadini abitazione abituale in quest’area, tramite la procedura on-line dal sito del Comune di Milano, oppure rivolgendosi ai Comandi decentrati di Polizia Locale. Ciclomotori, motocicli e veicoli a tre ruote simmetriche (cat. L5 Ae) possono circolare solo se in presenza di una specifica segnaletica che ne autorizzi l’accesso. In caso di mancato rispetto del divieto d’accesso s’incorre in una multa d’importo compreso tra 80 e 335 euro, più spese di notifica; il pagamento entro 5 giorni consente uno sconto del 30%.

Gazzetta Motori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.