ATM:650 assenze personale, da lunedì rischio riduzione servizio De Chirico “Il Comune che fa?”

Milano

Comunicato ATM:  A seguito della riunione operativa tenutasi iero pomeriggio in Atm per fare il punto della situazione sul numero delle persone assenti per motivi legati al Covid, l’aggiornamento conferma il trend in aumento nell’arco dell’ultima settimana. Ad oggi, infatti – fa sapere l’Azienda di trasporto – i dipendenti assenti per Covid sono complessivamente 650, tra casi positivi e quarantenati. “Grazie all’incessante lavoro di rimodulazione continua del servizio e grazie alla disponibilità del personale a cambiare e a coprire i turni di colleghe e colleghi, l’Azienda – si legge in una nota – conta di riuscire a contenere il rischio di riduzione delle corse al 7 per cento. Questo è quanto potrebbe verificarsi da lunedì 10 gennaio, quando tornerà effettivo l’orario invernale potenziato, al termine del periodo festivo caratterizzato da orario ridotto. Le eventuali soppressioni di corse che dovessero rendersi necessarie saranno distribuite nell’arco dell’intero orario della giornata, in modo da limitare al minimo il disagio ai clienti”. Confermate le navette per gli studenti con ausilio di bus turistici per e dagli istituti scolastici con maggior affluenza.

Atm ricorda di consultare i propri canali di informazione per gli aggiornamenti sul servizio (sito www.atm.it, App Atm Milano, canale Twitter @atm_informa) e che per viaggiare sui mezzi pubblici: obbligatorio indossare una mascherina Ffp2 ed essere muniti di Super Green Pass, come viene sollecitato continuamente attraverso gli strumenti di comunicazione dell’azienda.  “Atm ha annunciato che, a causa dell’elevato numero di contagi tra i suoi dipendenti, a partire da lunedì dovrà tagliare molte corse. Con la ripresa delle attività, della riapertura delle scuole e degli uffici sarà un bel problema. Cosa sta facendo il Comune per far fronte all’emergenza? Sta chiudendo degli accordi con compagnie terze per approntare dei servizi sostitutivi con bus privati? Purtroppo non mi risulta che stia facendo nulla, nemmeno un invio della newsletter quotidiana per avvisare i milanesi che lunedì potrebbero esserci parecchi disagi per chi decidesse di utilizzare i trasporti pubblici. Spegnere le telecamere di Area B e Area C? Utopia, utilizzare il buonsenso nell’amministrare la cosa pubblica sarebbe chiedere troppo”: lo afferma Alessandro De Chirico, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.