Tempi biblici all’anagrafe. 6 anni per una trascrizione. Sala svegliati

Fabrizio c'è Milano
L’avvocato Marina Martini ha presentato una denuncia contro il Comune di Milano perché  in 6 anni non ha annotato l’atto di separazione di una coppia di suoi clienti nella banca dati dell’anagrafe.
Non è  il primo caso che succede e purtroppo possono passare 6 anni per trascrivere un atto di separazione all’anagrafe del Comune di Milano.
Di fronte a questa notizia l’Assessora Cocco dovrebbe dimettersi e Beppe Sala dovrebbe scendere sulla terra e ammettere che sotto la sua guida il Comune è divenuto una lumaca nelle risposte ai cittadini.
Dalle Carte di identità,  ai permessi urbanistici e commerciali, tutto è rallentato con enormi disagi per cittadini e imprese.  La capitale italiana dell’IT,  la “smart city ” di Sala, ha un apparato comunale borbonico.
Bernardo e il centro destra punteranno molto sulla digitalizzazione  del Comune che Sala ha fallito.

2 thoughts on “Tempi biblici all’anagrafe. 6 anni per una trascrizione. Sala svegliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.