L’ambientalismo di facciata di Sala fa un’altra vittima.

Milano

L’ambientalismo di facciata di Sala fa un’altra vittima.

Mercoledì 9 giugno pomeriggio, centro di Milano, uno degli ippocastani dell’area cani situata all’inizio di via Melzi D’Eril è franato sulla strada, una pianta massiccia dalla dimensioni decisamente importanti.

Una delle vie più trafficate della città bloccata, passanti messi in pericolo dalla caduta di un albero di quella mole, ma stiamo tutti tranquilli perché il sindaco Sala si è iscritto al partito dei Verdi…

Al sindaco, e lo scrivo in minuscolo appositamente per non offendere tutti quei bravi Sindaci che invece svolgono il loro incarico con passione e dedizione, dicevo al sindaco chiedo solo una cosa: basta chiacchiere e slogan! La città cade a pezzi, la grande Milano si sta riempiendo di crepe che non merita. I milanesi meritano una città all’altezza della grandezza di una popolazione che ha fatto sempre grande tutto il paese, e un sindaco che abbia intenzione di svolgere il suo compito con la stessa professionalità che ogni cittadino di Milano mostra quotidianamente.

Milano merita di meglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.