Il Sindaco verde vuole demolire gli orti e 250 piante

Fabrizio c'è Milano

Fa ridere che tutta la retorica green di Beppe Sala e compagni si sia schiantata in Via Rizzoli.

Fa molta tristezza invece il dolore reale che 50 ortisti di Via Rizzoli stanno provando, alla idea di doversi staccare da quelle piante e quei fazzoletti di terra che con tanto amore hanno curato, in certi casi per 30 anni. È la loro vita, il loro passatempo nei weekend nei quali non possono andare Saint Moritz o nel Tigullio, è il sogno di un ritorno a tradizioni contadine.

Ebbene il Sindaco green, il Comune che ha la “food policy “, che vuole che gli abitanti consumino a km zero, che parla di sostenibilità ambientale, di cibo biologico e riforestazione, vuole demolire 250 piante da frutta e innumerevoli coltivazioni di cicorie, zucchine e rapanelli!

La ideologia green da salotto è arrivata a tale vette di astrazione che vogliono demolire alberi oramai cresciuti, campi di verdura, cacciare un’oasi felina solo per poter realizzare dopo, coi soliti tempi biblici del Comune, un prato verde con l’immancabile itinerario ciclopedonale.

E così i poveri pensionati si sono trovati schierati agli ordini dell’Assessore Granelli una ventina di agenti della Polizia Locale che sono stati inviati per proteggere le operazioni di sgombero e demolizione. Cioè quei Vigili che per 10 anni i residenti e gli ortisti contattavano per denunciare la presenza in loco di una discoteca abusiva gestita da sudamericani con tanto di lucciole e malavita.

Granelli e Maran giustificano l’intervento affermando che quegli insediamenti ortivi, che risalgono agli anni 80, sono abusivi. In realtà il proprietario è l’inps che però non si è mai interessato della sua proprietà, tanto è vero che 8 ortisti hanno già ottenuto una sentenza di usucapione. Poi non sarebbe difficile regolarizzare gli anziani ortisti, assegnare nuovi spazi al posto della discoteca e integrare il progetto di parco con la presenza di orti urbani, che tra l’altro garantiscono presidio ed evitano insediamenti rom e discariche.

Però bisogna avere l’umiltà di uscire dai palazzi dorati del centro storico e misurarsi con il verde esistente e con il popolo  reale, non con le teorie “gretine” di chi non ha mai messo piede in periferia.

2 thoughts on “Il Sindaco verde vuole demolire gli orti e 250 piante

  1. La solita ipocrisia greenwashing di Sala e Maran: chissà cosa credono di ottenere con queste azioni devastanti: il voto dei radicali scic come loro?

  2. É una colossale FAKE NEWS, C’e un progetto che si Chiama RELAMBRO patrocinato da ERSAF E REGIONE LOMBARDIA E LEGAMBIENTE!!! SMETTETELA DI DIFFONDERE FALSE INFORMAZIONI FAZIOSE !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.