Viale Molise, situazione esplosiva negli stabili occupati da immigrati. Sardone e De Corato “Il comune intervenga prima che sia troppo tardi”

Milano

“Una rissa a colpi di coltello che poteva finire in tragedia, tre persone ferite, un intero quartiere preoccupato per l’escalation di violenze che si sta consumando in viale Molise negli ultime mesi. Il Comune di Milano intervenga nelle palazzine occupate da immigrati e sbandati prima che sia troppo tardi, faccia mettere in sicurezza gli edifici, blocchi gli accessi e mantenga un presidio costante sulla zona. Non bastava il centro sociale abusivo Macao, a cui tra l’altro parte della sinistra vorrebbe regalare l’immobile che questi delinquenti hanno deturpato, ora ci sono pure le occupazioni abusive di decine di persone, clandestini, spacciatori, ladri. Questo degrado non è accettabile per la nostra città, non può più essere tollerato. Gli sgomberi spot non servono a nulla se non si elimina il problema alla radice, ovvero evitando di mantenere numerosi edifici, anche molto grossi, vuoti e alla mercé dei troppi immigrati accolti a Milano senza la possibilità di garantirgli un futuro. Le responsabilità politiche della sinistra sono chiare, in questa come in altre occasioni che puntualmente denunciamo insieme ai cittadini, stanchi ed esasperati, eppure da Palazzo Marino tutto tace. Se per loro tutto ciò è normale, per noi non lo è affatto”. Così Silvia Sardone, europarlamentare e consigliere comunale della Lega.

“C’è voluta una rissa con 3 feriti e 33 identificati nell’edificio abbandonato dell’ex macello, in viale Molise, affinché intervenissero le forze dell’ordine a sgomberare gli occupanti abusivi.” – è il commento del consigliere comunale e assessore regionale di FDI, Riccardo De Corato. – “Dov’è il Comune? Cosa aspetta a sgomberare le decine di edifici occupati in tutta Milano, almeno due soltanto nella zona 4, la stessa dell’ex macello. Viale Molise è solo la punta di un iceberg: ricordiamo, appunto sempre in zona 4, gli edifici occupati in via Zama e gli ex stabili Enpam in via Medici del Vascello, teatro di aggressione ed episodi violenti. Il Comune aspetta un’altra aggressione? Il Comune può emettere le ordinanze contingibili e urgenti in cui si sostituisce ai proprietari degli stabili, interviene e fa mette in carico ai proprietari le spese sostenute. Gli strumenti ci sono, ma manca la volontà politica del centrosinistra milanese! – ha concluso De Corato – Ci auguriamo che il Governo Draghi, di cui fanno parte anche forze di centrodestra, inizi un’opera di sgombero di questi edifici occupati, vere e proprie bombe ad orologeria, nelle periferie, che ospitano immigrati, disperati e malviventi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.