Regione: voto compatto maggioranza respinge sfiducia a Gallera che invita alla collaborazione istituzionale

Lombardia

La maggioranza in regione ha respinto con 47 voti contrari la mozione presentata dal Movimento 5 Stelle che chiedeva di ridefinire l’assetto dell’assessorato al Welfare della Lombardia guidato da Giulio Gallera. Il voto, su richiesta del Movimento 5 Stelle, è stato segreto: su 79 consiglieri presenti sono stati 31 i favorevoli e 47 i contrari; un consigliere regionale non ha partecipato al voto e nessuno si è astenuto. La maggioranza si è mostrata quindi compatta nei confronti dell’assessorato al Welfare e di Giulio Gallera che poco prima del voto rivolgendosi all’opposizione ha chiesto “collaborazione istituzionale”. “Noi non siamo contenti di quello che è successo, nonostante gli sforzi. Su questo non posso non condividere il fatto che ci dobbiamo sentire tutti incaricati di fare di più, insieme proviamo a mettere in campo quel senso di collaborazione istituzionale per dare un messaggio”. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, rivolgendosi alle opposizioni poco prima del voto sulla mozione presentata dal M5S al Pirellone sulla riorganizzazione della direzione generale Welfare. “Forse se insieme proviamo a costruire dei passaggi facciamo qualcosa di utile per chi ha bisogno”, ha aggiunto. In questi mesi di epidemia “il lavoro è stato fatto ed è fatto di atti numeri e azioni. Tutto questo ha impedito alla seconda ondata di arrivare? No. Il sistema va in sofferenza e questa è una pandemia che si muove con grandissima velocità”, ha detto Gallera. Da qui l’invito alla collaborazione istituzionale “se i risultati sono questi, se gli strumenti sono questi, se i risultati in questa pandemia purtroppo non sono all’altezza degli sforzi compiuti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.