E ora vi spiego che cosa significa essere imprenditori in Italia

Politica

L’Italia è una Paese libero, grazie al cielo! Tutti se hanno un’idea, un’intuizione, un progetto, possono pensare di aprire una azienda. Quando un imprenditore, o aspirante tale, decide di dare vita ad una attività produttiva perché lo fa? Per diventare “ricco”? No! O perlomeno non è il solo e primo pensiero. Chi fa impresa nel nostro Paese lo fa per far crescere la Nazione inseguendo il proprio sogno. È facile puntare il dito contro gli imprenditori etichettandoli come sfruttatori ed evasori quando sono loro che creano posti di lavoro ed opportunità.

Ci troviamo difronte a scelte che molto spesso ci sembrano più grandi di noi. Ci svegliamo di notte spesso senza motivo angosciati dai risultati, dagli inseguimenti dei budget e fatturati. Dobbiamo costantemente motivare le persone e noi siamo soli perché nessuno ci motiva: dobbiamo automotivare anche noi stessi. Chiediamo prestiti agli istituti di credito, dobbiamo onorare ogni singolo pagamento. E ci mancherebbe che non lo facessimo; ne va della nostra reputazione che è ben più importante del rating aziendale. Lavoriamo con onestàrispetto e dedizione. Ci capita anche di licenziare le persone. Sfido chiunque a farlo rimanendo impassibile, anche se è per motivi più che giustificati.

Capita di sbagliare strategie, di vedere morire progetti ed idee. Quando succede spesso anche gli ambienti di casa assumono colori grigi e plumbei. Ma noi sappiamo di non potercelo permettere perché la casa è “sacra” e, quindi, nascondiamo la frustrazione dietro un sorriso ed una apparente serenità. Essere imprenditore è anche tutto questo con l’aggravante che se sei un imprenditore italiano ti trovi a dover pagare più tasse di tutti i tuoi colleghi europei. Costi energetici più alti, adempimenti burocratici più complessi e tuoi dividendi molto più contenuti. Dietro una piccola, media o grande azienda di successo Italiana c’è anche tutto questo! Ricordiamocelo, tutti! Perché questa descrizione riguarda tutti noi. Imprenditorie, artigiani, commercianti, lavoratori autonomi e lavoratori dipendenti. L’Italia è un Paese libero, grazie al cielo! Tutti possono aprire una azienda ma pochi, o troppo pochi, lo fanno. Sostenere l’impresa oggi è sostenere l’Italia! Sostenere l’impresa è responsabilità di tutti noi!

Giordano Riello (blog Nicola Porro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.