Per Sala dovremmo essere fieri delle periferie che, comunque, non conosce

Milano

E’ sufficiente essere convinti nella vita, vivere in centro, prendere un aperitivo con un codazzo PD in un bar predisposto per l’avvenimento e dichiarare poi che la retorica sulle periferie degradate, non esiste. E osservare il suo motto “io tiro dritto”. Ma la boria può anche sgonfiarsi.

“A volte mi stanco di affrontare la questione sulle periferie come se fosse tutto un enorme mondo che non funziona, non è così. Ci sono quartieri che han fatto dei passi in avanti e quartieri che ancora ne devono fare. Guardando i numeri di ciò che abbiamo investito sulle periferie e ciò che abbiamo investito sul centro, non ho dubbi che questa amministrazione si sia attrezzata per privilegiare l’investimento pubblico sulle periferie…Ho vissuto a Roma, ho vissuto a Torino, ho vissuto in altre realtà. Non voglio essere sprezzante nei confronti di altri sindaci o di altre città, c’è obiettivamente molto da fare, ma consiglierei a tutti di farsi un giro per altre realtà italiane e capire quanto noi abbiamo”, ha concluso Sala sulla sua pagina Facebook

“Il sindaco Sala, nella diretta Facebook dei Giovani Democratici, ha suggerito a chi lo contesta di andarsi a fare un giro nelle periferie delle altre città italiane. Il suo benaltrismo è pietoso! Durante la sua campagna elettorale, a differenza dei sindaci delle città da lui citate, ha ripetuto come un mantra che le periferie sarebbero state la sua ossessione. Dopo 4 anni il risultato è davanti agli occhi di tutti. Ai milanesi non frega nulla di come sono messe le altre città italiane, a loro interessa vivere in quartieri tranquilli dove la sera poter liberamente uscire di casa, senza essere ostaggio di bande criminali o gang di bulli. Non invitiamo il sindaco né a farsi un giro a Roma o Torino, ma gli intimiamo di occuparsi di Milano e di fare un giro nelle periferie senza avvisare prima le Forze dell’Ordine, AMSA o chissà chi. Già domenica rinunci ad andare sulla spiaggia di Paraggi per venire a farsi un giro al suq di viale Puglie. Oppure venga a farsi uno spritz o un gin tonic sui Navigli che sono in mano a bande di ragazzotti e di spacciatori. Ogni notte, anche durante la settimana, si susseguono risse e accoltellamenti. La situazione sta sfuggendo di mano. Il sindaco la smetta di parlare attraverso i social network, i sui concittadini aspettano i fatti!” Così in una nota Alessandro De Chirico, consigliere comunale di Forza Italia.

– “Il sindaco Sala elogia le periferie di Milano, le esalta e le cita come esempio per le altre città italiane. Noi ci chiediamo dove viva. Le periferie di Milano sono completamente abbandonate, sono il regno dello spaccio, del degrado, delle occupazioni abusive delle case popolari, delle moschee illegali e dei centri sociali”. Così in una nota l’eurodeputato milanese di Fratelli d’Italia Carlo Fidanza commenta le dichiarazioni del sindaco di Milano Beppe Sala al convegno organizzato dai Giovani democratici. “Le periferie di Milano, dove gli episodi quotidiani di violenza e degrado, non sono un esempio. Sono un’emergenza che il centrosinistra continua a ignorare e sulla quale noi chiediamo interventi immediati”, spiega Fidanza.

1 thought on “Per Sala dovremmo essere fieri delle periferie che, comunque, non conosce

  1. Io abito a San Siro viale aretusa dove zingari spaccano tutto e immondizia uno schifo
    Poi la notte che dire gare in auto nel parcheggio bische musica e balli risse ecc
    Tornare a casa da lavoro alle 21 e aver paura di arrivare al portone
    Non so arriverà il momento che faremo pulizia da soli io e già un po che ci penso a fare un bel falò
    La polizia che purtroppo non può far nulla 1/2pattuglie contro una 30 di persone fa bene a non venire ci vorrebbero i militari come qualche anno fa che stavano fissi nel parcheggio
    Sala 🤢 ecco cos’è
    E una vergogna per noi e non a rispetto dei suoi cittadini, ma intendo cittadini veri no addottivi
    Rispetto tutti quelli che rispettano la nostra cultura ma gliatri bisogna dare fuoco e sala con loro 😡

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.