La vergogna del degrado in piazza Bottini e in via Giambellino

Milano

La foto che immortala disobbedienza e degrado espresso in piazza Bottini segna la sconfitta dello Stato.

I controlli effettuati nei giorni scorsi dalle Forze dell’ordine non sono serviti a scoraggiare i bivacchi dei soliti squilibrati che anche oggi si sono nutriti di alcool e droghe, davanti agli occhi dei residenti e dei passanti, senza ritegno alcuno.

Eppure i blitz della Polizia di Stato avevano fatto emergere la pericolosità dei frequentatori della piazza della Stazione di Lambrate.

Il 19 giugno erano state identificate 17 persone con precedenti penali (9 extracomunitari, di cui un egiziano che risultava latitante e sul quale pendeva un mandato di cattura europeo per aver buttato dal secondo piano un suo connazionale).

Il 26 giugno erano state 14 le persone identificate risultanti con precedenti di polizia.

E’ evidente che siano necessarie misure più efficaci per riportare al decoro e alla sicurezza una parte di Milano dove l’illegalità è stata lasciata incancrenirsi.

Ci domandiamo dove siano finiti i Vigili di quartiere che multavano chi si avventurava oltre i 200 mt da casa durante il lockdown, visto che nessun bivaccante oggi indossava la mascherina attualmente obbligatoria in Lombardia.  (Lambrate Informata)

Al Corriere una lettera indignata “Via Giambellino Un degrado inaccettabile Sono un’inquilina di uno stabile Aler in via Giambellino 148. Insieme ad altri residenti nello stesso stabile volevamo mettere in evidenza la situazione di degrado che si sta verificando in maniera ancora più evidente nell’ultimo periodo e che sta per diventare insostenibile in tutto il quartiere. Tane di topo nei cortili con topi gravidi di dimensioni enormi, spazzatura e rifiuti ingombranti che invadono gli spazi comuni e le aree di passaggio che portano alle abitazioni, provocando cadute e incidenti nonché costituendo fattore di rischio per i bambini che giocano in cortile, sia sotto l’aspetto igienico che infortunistico. La situazione è ben visibile e sotto gli occhi di tutti. R. G.”

Milano modello di civiltà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.