Spaccio e sicurezza ai bastioni di Porta Venezia e al q.re Lazzaretto – Urge intervento

Milano

Ancora una lettera di Marco Cagnolati, consigliere di Municipio 3, alla Giunta sala, al Prefetto e al Questore di Milano per sollecitare interventi che riportino legalità e sicurezza ai bastioni di Porta venezia e nel quartiere Lazzaretto

“In merito ai recenti episodi di cronaca verificatisi in Porta Venezia legati alla presenza di spacciatori e relative aggressioni – ricordo per dovere di cronaca le più recenti, quella del 24 Maggio che ha avuto come protagonista il noto personaggio televisivo Brumotti  (nella foto in alto)- https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/droga-a-milano-la-violenta-aggressione-a-brumotti_67616.shtml, e quella del 06 Giugno ai danni di un cittadino Gambiano coinvolto presumibilmente in una lite per motivi di spaccio https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/droga-a-milano-la-violenta-aggressione-a-brumotti_67616.shtml, ma l’elenco potrebbe essere molto più lungo… .

Nonostante le chiamate e segnalazioni da parte dei residenti, l’invio di foto e video, la situazione sembra non essere mutata per nulla, ho potuto infatti constatare personalmente la presenza di soggetti dediti allo spaccio all’interno dell’area in oggetto (essendo stato personalmente avvicinato).

Rinnovo quindi la richiesta di creazione di presidi fissi all’interno del quartiere, ed in particolare nei punti in cui lo spaccio sembrerebbe essere più evidente al fine di ripristinare ordine e legalità all’interno di un’area che sembrerebbe essere una zona franca.

Chiedo inoltre quali interventi e quali azioni siano state pianificate per mettere in sicurezza il quartiere, se si sia concordi con l’istituzione di presidi fissi interforze da parte delle forze di Pubblica Sicurezza e con l’aumento dei pattugliamenti dell’intera area.

 Chiedo che si proceda al più presto e di conoscerne le relative tempistiche.

In attesa di un riscontro porgo cordiali saluti.

Marco Cagnolati

Consigliere Municipio 3 – Comune di Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.