Comazzi (F.I) “Vergogna oggi multe a commercianti, se il Comune non interviene organizzeremo una colletta”

Milano

 “Spiccare sanzioni da 400 euro a testa ai ristoratori e commercianti che oggi hanno protestato per la crisi economica che li sta mettendo in ginocchio è un atto ingiusto, che segna una pagina triste nella storia della città” afferma Gianluca Comazzi, consigliere comunale e capogruppo di Fi in Consiglio regionale. “Ora – continua – mi auguro che il Comune si attivi per annullare le multe date oggi. Diversamente – afferma Comazzi – organizzeremo una colletta, per raccogliere la somma necessaria a pagare l’importo totale. Costringere a pagare 400 euro persone che rischiano di dover abbassare per sempre la saracinesca è inaccettabile. Anziché fare cassa sulla loro pelle – conclude – il Comune si attivi per togliere loro il maggior numero di tasse, per agevolarne la riapertura”.

Chiarisce Silvia Sardone (Lega) “Reputo veramente pazzesco che gli imprenditori e commercianti che oggi hanno protestato, con educazione e rispettando le norme, all’Arco della Pace siano stati multati. E’ assurdo – commenta Silvia Sardone, eurodeputata e consigliere comunale a Milano della Lega – che in un momento di tale difficoltà per queste categorie ci si accanisca anche con pesanti sanzioni amministrative. Mi chiedo dove sia il Sindaco Sala, deve intervenire assolutamente affinché vengano ritirate. Allo stesso tempo trovo assurdo che dove si vedono quotidianamente assembramenti e bivacchi di immigrati, spesso dediti allo spaccio, non ci siano mai interventi con multe e allontanamenti. Abbiamo visto anche flash mob improvvisati e mini cortei per il 25 aprile dei centri sociali ma non c’è stato lo stesso rigore. Il Governo con questi interventi sta veramente dimostrando di essere lontanissimo dalle esigenze dei cittadini in questa fase di drammatica emergenza economica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.