Coronavirus: “qualcuno” ne approfitta e occupa abusivamente. Chi lo denuncia non è razzista

Milano
Nessuna città in Europa è in mano alle occupazioni abusive di alloggi popolari come Milano.
Ormai le occupazioni abusive di appartamenti popolari Aler sono arrivate a un centinaio in questa fase di emergenza per coronavirus. Non vengono sgombrati.
Sono Rom che per occupare gestiscono i bambini a seconda del momento, inutile nascondersi dietro un dito e far finta di niente perché sennò viene Fabio Fazio che ti dà del razzista.
Non è  bisogno di casa, è  bisogno di controllare i vari racket nel quartiere e in città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.