Manca il presupposto giuridico per il blocco. E lo dice lo stesso Sala

Fabrizio c'è Milano
L’ordinanza per il blocco del traffico non c’è ancora ma il Sindaco dice che la sta firmando. Nel frattempo il vento caldo foehn ha spazzato via l’inquinamento in maniera molto più efficace di Granelli e divieti vari.
C’è una anomalia che va chiarita prima che Sala faccia passi avventati che potrebbero pure portarlo davanti a un Tar e a una Corte dei Conti.
Il potere di ordinanza del Sindaco si basa sul presupposto che il Sindaco deve tutelare la salute dei cittadini in situazioni di emergenza.
Lo stesso Sala ha affermato ieri che “il blocco del Traffico serve pochettino” mentre il vento sta eliminando le concentrazioni di smog e le previsioni di Sabato aiutano.
In più gli enti di ricerca (Ispra, Cnr e scienziati vari) hanno affermato che le domeniche senza traffico non eliminano o abbattono lo smog,  né tanto meno preservano la salute.
Nemmeno si può affermare che il blocco sia misura sperimentale visto che è da 50 anni che si pratica, anche se infruttuosamente.
Ecco allora che mancano i presupposti per i quali  il Sindaco ha il potere di fare un ordinanza per toglierci la libertà  di movimento. Il blocco non può essere imposto solo per “rieducarci” e per imporre “nuovi modelli culturali”. Il potere di ordinanza del Sindaco non può essere utilizzato per convincere i cittadini a seguire le dottrine ambientaliste.
Ci ripensi Sindaco.

1 thought on “Manca il presupposto giuridico per il blocco. E lo dice lo stesso Sala

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.