Bilancio 2020: le promesse della giunta partoriscono un topolino

Fabrizio c'è Milano
Da tempo si attendevano importanti novità per il Bilancio 2020.
Ieri l’Assessore Tasca ha svelato quali saranno: esenzione dell’addizionale fino a 23.000 euro annui di reddito, nuove misure di sostegno ai disabili, raddoppio dei fondi per scuole e strade.
La promessa elettorale di ridurre l’Irpef ha partorito un topolino.
Rimane una ingiustizia  far pagare l’addizionale dello 0.8% a chi ha un reddito di 23.500 l’anno in una città col  costo della vita alto.  Non si può tassare come un ricco chi ha un reddito lordo sotto i 30 mila euro!
Il raddoppio dei fondi per scuola e strade è  l’ammissione che nella città più ricca d’Italia la manutenzione di strade e scuole è veramente scarsa.
Speriamo che in futuro non solo si stanzi di più ma si spenda  meglio e con più controlli. Con la macchina comunale inefficiente che Sala ha creato gli effetti dei maggiori fondi si vedranno forse nel 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.