Sala condannato: Forza Italia ribadisce “Siamo garantisti”

Milano

Fabrizio De Pasquale, Capogruppo Forza Italia in Comune: “Siamo garantisti sempre e quindi anche con Beppe Sala cui chiediamo di continuare a  svolgere le funzioni per le quali è stato eletto. Siamo tenacemente all’opposizione delle sue scelte amministrative ma non vogliamo abbatterlo per via giudiziaria, piuttosto contiamo di batterlo politicamente quando si voterà. Lo invitiamo a unirsi a noi nella battaglia per la riforma della giustizia ed in particolare nelle proposte per evitare la deresponsabilizzazione di amministratori e dirigenti pubblici, evitando piuttosto di inseguire i settori più giustizialisti del suo partito che in passato lo hanno spinto ad assumere provvedimenti punitivi nei riguardi di non condannati nemmeno in primo grado”.

Gianluca Comazzi, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale: “Dispiace apprendere della condanna inflitta al sindaco di Milano nel processo per la “piastra Expo”: non è nel mio stile personale né fa parte della cultura del mio partito speculare politicamente su vicende come questa, considerando che si tratta pur sempre del primo grado di giudizio. Forza Italia è sempre stata garantista, senza fare distinzioni basate sull’ideologia o sul partito di appartenenza. Detto questo, continueremo a batterci con tutto il nostro impegno per contrastare il pessimo operato di questa giunta: l’insensato aumento delle tariffe Atm, lo stato di degrado in cui versano i quartieri periferici, l’insicurezza diffusa in città. I cittadini meritano un’amministrazione più attenta alle loro esigenze”.

Marco Bestetti, Presidente forzista del Municipio 7 di Milano: La sentenza di condanna a 6 mesi emessa oggi nei confronti del Sindaco di Milano Giuseppe Sala non cambia di una virgola la nostra posizione sui valori costituzionali di garantismo e presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.