Giovedì 11 luglio sciopero dei trasporti pubblici a Milano della durata di 24 ore

Milano

Lo sciopero potrà riguardare tutti i dipendenti di ATM, la società che gestisce i trasporti in città, ed è stato proclamato dalla Confederazione Unitaria di Base Trasporti (Cub Trasporti) con queste motivazioni: «Contro la liberalizzazione, la privatizzazione, e la finanziarizzazione del TPL milanese e dell’hinterland; contro le gare d’appalto dei servizi attualmente gestiti del Gruppo ATM e per la reinternalizzazione dei servizi ceduti in appalto e/o sub-appalto anche complementari al trasporto; contro la quotazione in borsa e la vendita delle azioni del Gruppo Atm; per l’affidamento diretto in house dei servizi gestiti dal Gruppo Atm; per l’affidamento diretto al Gruppo Atm dei servizi di TPL della Città Metropolitana Milanese».

Lo sciopero si articolerà in due fasi durante la giornata: prima dalle 8.45 alle 15 e poi dalle 18 fino al termine del servizio. Potrà essere coinvolto il personale sia di bus e tram che della metropolitana. Lo sciopero riguarderà anche i lavoratori della linea NET (Nord Est Trasporti) di Monza, dove durerà dalle 9 alle 11.50 e dalle 14.50 al termine del servizio: per il servizio extraurbano l’agitazione è prevista dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. Inoltre potrà scioperare anche il personale della funicolare di Como-Brunate: in questo caso l’agitazione è prevista dalle 8.30 alle 16.30 e dalle 19.30 al termine del servizio. (Il Post)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.