PIANO CITY MILANO: il programma di domenica 19 maggio

Milano

Termina oggi domenica 19 maggio, Piano City Milano, il festival di pianoforte che ogni anno trasforma la città in una grande sala da concerto! Oltre 50 ore di musica e 450 concerti gratuiti animeranno giorno e notte i molti centri di Milano e la sua ineguagliabile misura umana di quartieri, case, terrazze, grattacieli, parchi, giardini, cortili, gallerie d’arte e teatri. Un festival aperto e partecipativo che ruota anche quest’anno su due perni principali: il Piano Center della GAM per i concerti diurni e il Piano Center della Palazzina Liberty per quelli notturni.

L’organizzazione del festival sta lavorando per fare in modo che tutti i concerti si realizzino come da programma. In caso di condizioni avverse eventuali cambi di programma saranno comunicati sul sito (www.pianocitymilano.it) e sui social ufficiali di Piano City Milano. I concerti previsti sul Main Stage della GAM sono confermati anche in caso di pioggia.

L’evento più importante di  domenica 19 maggio, è il concerto organizzato da Piano City Milano al Boschetto di Rogoredo, alle ore 16.00. Protagonista sarà la musica di Emanuele Misuraca, che appassionati e curiosi potranno ascoltare anche grazie alla presenza dei volontari di Italia Nostra e delle associazioni locali, presenti nel parco per accompagnare i cittadini e far conoscere l’importante lavoro che le istituzioni stanno svolgendo per dare nuova vita a questo grande spazio.

Le prime note di domenica 19 maggio, saranno quelle del pianista italo-turco Francesco Taskayali che risuoneranno alle 5.00 sullo sfondo del monumentale Cavallo di Leonardo all’Ippodromo Snai San Siro.

Appuntamenti imperdibili sono quelli serali del main stage della Galleria d’Arte Moderna, dove si susseguiranno artisti nazionali e internazionali di spicco. Alle 19:15 sale sul palco l’energia esplosiva del ritmo cubano di Ramon Valle, seguito alle 20.20 dal flamenco di Pablo Rubén Maldonado. Alle 21.25 è la volta del giovane talento franco-libanese Rami Khalife, apprezzato a livello internazionale per la fusione tra musica pianistica ed elettronica. Chiude la serata alle 22.30 Danilo Rea, tra i maggiori pianisti jazz italiani, con il suo omaggio a Fabrizio De André.

Durante il giorno, si potrà scegliere tra gli innumerevoli eventi dei city concert, gli appuntamenti monografici dei pianorama e i concerti nelle case e nei cortili privati.

Per i concerti su prenotazione, dove ancora possibile, si possono riservare i propri posti sul sito www.pianocitymilano/programma.

Imperdibile appuntamento di domenica 19 maggio è quello del pianista e produttore Dario Faini (in arte Dardust), che alle ore 19.30 terrà un concerto nel quartiere di Gratosoglio, uno dei quartieri più creativi di Milano. Suonerà musiche originali, descritte come un racconto in piano solo dei suoi Viaggi musicali.

In collaborazione con Intesa Sanpaolo, Ginevra Costantini Negri, giovanissima pianista insignita Alfiere della Repubblica Italiana e inserita tra i giovani leader del futuro per la sezione musica della classifica stilata da Forbes, si esibirà domenica 19 maggio alle 10.00 al Refettorio Ambrosiano.

Questi gli altri appuntamenti da segnare in agenda:  il concerto di Scipione Sangiovanni presso il Comando Legione Lombardia e Comando Provinciale Carabinieri (via della Moscova 21); la Maratona della musica in salute, in collaborazione con la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado e Humanitas San Pio X dalle 10.00 alle 13.00 presso BASE Milano; alle 12.00, alle 15.00 e alle 17.00 la performance dell’orchestra di giovanissimi dei Toy Piano, tra cui l’esecuzione di un brano scritto da Michael Nyman in occasione dei suoi 75 anni, appositamente per Piano City Milano 2019, presso il centro diurno della GAM; alle 14.30 il concerto a quattro mani di Bruno Canino e Antonio Ballista presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia L. Da Vinci; Alesssandra Ammara presso la Casa degli Atellani alle ore 17.00; l’esibizione dell’attore Alessandro Preziosi alle 17.20 presso il Piano Center Diurno della GAM; i concerti a quattro mani presso Piazza Tre Torri, in collaborazione con CityLife Shopping District, di Maddalena Giacopuzzi ed Eleonora Wegher alle 18.30 e di Francesco Grillo ed Elisa Tomellini alle 19.30.

Al tramonto la città si colora di note, con i concerti al Belvedere Enzo Jannacci di Palazzo Pirelli di Vincenzo Balzani alle 19.00 ed Elisa D’Auria alle 22.00 e i concerti in collaborazione con Campari Soda: l’esibizione di Angelo Trabace alle 19.30 presso le Colonne di San Lorenzo e il boogie-woogie trascinante di Silvan Zingg alle 20.00 presso la Feltrinelli RED di Piazza Gae Aulenti.

La giornata di domenica 19 ospiteràincontri ravvicinati per svelare i trucchi del mestiere con grandi maestri d’eccezione. Questi gli appuntamenti presso il Teatro Gerolamo: Ciro Longobardi alle 10.00 presenterà il Catalogue d’Oiseaux di Oliver Messiae, che ha dedicato la sua vita alla trascrizione dei canti degli uccelli; alle ore 15.00 Vittorio Cosma, noto tastierista di Elio e Le Storie Tese e di altri grandi della musica italiana, intraprenderà un discorso con il critico musicale Enzo Gentile sulla musica pop rock; alle ore 17.00 Francesco Libetta dedicherà il suo spazio alle danze dell’Ottocento e del Novecento con Giulio Galimberti; alle ore 19.00 Michele Gamba con le Variazioni Diabelli.

Le altre piano lesson si svolgeranno presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia L. Da Vinci, con i quadri di Viktor Hartmann messi in musica da Mussorgkij spiegati da Alfonso Alberti (alle ore 10.00) e la lezione di storia dei pianoforti di Stefania Neonato alle ore 11.30. Presso la Casa degli Atellani, invece, Roberto Prosseda esegue e illustra gli improvvisi di Schubert op. 90 alle ore 12.30.

Tra i concerti dei guest, si segnala quello presso la Fabbrica Orobia alle 16.00, organizzato dall’Accademia Musicale Naonis di Pordenone, fondata nel 1998 dal maestro Beniamino Gavasso e riconosciuta fra le più rappresentative orchestre regionali. Sarà un concerto a quattro pianoforti, suonati simultaneamente da quattro allieve di Johannes Kropfitsch, uno dei più importanti pianisti europei, vincitore di prestigiosi premi internazionali e docente al Conservatorio di Vienna. L’Accademia Naonis, con i 4 pianoforti che suonano in simultanea, vuole richiamare l’idea di forza e velocità con un’esperienza multi sensoriale per le musiche proposte e per esecuzione.

Il programma, pensato e creato appositamente per essere eseguito in un luogo particolare e splendido esempio di architettura industriale dei primi del Novecento, prevede l’esecuzione di musiche meccaniche del Novecento quali Pacific di Honnenger, le Macchine Agricole di Milhau, La fonderia d’acciaio di Mosolov ed il Bolero di Ravel che, grazie alle trascrizioni inedite del compositore e arrangiatore pluripremiato Valter Sivilotti, troveranno la loro collocazione ideale

Durante tutta la giornata di domenica 19 sarà possibile incrociare per le strade di Milano i Piano Tandem (con concerti itineranti San Babila e Duomo in collaborazione con DoDo), e i Piano Risciò, novità a quattro ruote e pedalata assistita, che sarà possibile scoprire al Parco Biblioteca degli Alberi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.