Per non spendere qualche euro il Comune lascia la scuola di via Zama in balia di tossici, topi e rifiuti

Fabrizio c'è Milano

Da un anno e mezzo ho chiesto a Comune e Questura di sgomberare la ex scuola di proprietà comunale di Via Zama 23. Qui più di 50 extracomunitari vivono senza l’uso di acqua ed energia. I locali sono ridotti a latrine e il cortile della scuola è un ammasso di rifiuti maleodoranti e con centinaia di topi a ridosso di un parco giochi comunale e di diversi condomini di Via Berlese.

È vergognosa e ingiustificabile la inerzia del Comune e delle autorità che devono decidere lo sgombero. Ho scritto la settimana scorsa alla ATS perché i miasmi e i topi creano rischi igienico sanitari. Il Comune per non spendere qualche migliaio di euro non mette in sicurezza il suo immobile e non manda Amsa a prelevare i cumuli di rifiuti presenti. Nelle ultime settimane alcune ragazze tossiche si prostituiscono in questo immobile abbandonato da anni dal Comune. Speriamo di non dover assistere a lacrime di coccodrillo di coloro che dovevano intervenire e da un anno e mezzo cincischiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.