Regione Lombardia: fondo unico disabilità. Bolognini “Sistema più adeguato e flessibile”

Lombardia

“Stiamo lavorando al ‘Fondo unico per le disabilità’ per rendere maggiormente ‘flessibili’ le risorse destinate all’assistenza degli anziani non autosufficienti, superando le attuali rigidità, in un’ottica di sistema integrato. In questo modo anche le risposte (servizi, interventi e misure) potranno essere più adeguate”. Ha spiegato Stefano Bolognini, l’assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità della Regione Lombardia , che è intervenuto al seminario ‘Il futuro dell’assistenza agli anziani non autosufficienti’ organizzato da Lombardiasociale.it.

E’ stato infatti avviato dalla Regione un modello di assistenza domiciliare che unisce misure di sostegno al care giver familiare (che in molti casi sono state intese come sostegno al reddito famigliare) con misure legate all’erogazione delle prestazioni. L’obiettivo è  unificare ed integrare le singole risposte, spostando l’attenzione sempre più dal ‘bisogno’ al ‘progetto di vita’ e dalle ‘prestazioni’ al ‘sostegno personalizzato’. “Il nostro obiettivo – ha continuato Bolognini – è mantenere la persona fragile nel proprio contesto di vita, valorizzando il lavoro di cura e di assistenza. Le persone fragili e le loro famiglie devono quindi trovare risposte anche in percorsi personalizzati flessibili e integrati che si affianchino al sistema d’offerta standardizzato, passando dalla dimensione di cura e protezione a quello dell’inclusione e delle scelte, dalla valutazione dei bisogni di protezione alla condivisione di progetti di vita”. – Per quanto riguarda la programmazione zonale, l’assessore Bolognini ha precisato che “Regione Lombardia sta lavorando a un percorso di aggregazione che valorizza le strategie virtuose di programmazione sociale, per giungere a un modello che parte dalla governance delle politiche e dei processi e dal potenziamento dei rapporti di cooperazione sovra-zonale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.