Il Comune prevede da Area C e B quasi 35 milioni di euro. Sì all’aumento biglietto ATM

Milano

Nel Bilancio di previsione 2019 della Direzione mobilità, ambiente ed energia discusso a Palazzo Marino durante una commissione congiunta Bilancio e Mobilità, il Comune prevede di incassare nel 2019, da Area C e B quasi 35 milioni di euro È il conto composto da pedaggi e sanzioni per i trasgressori. E’ una cifra che parla da sola. Per chi avesse ancora qualche dubbio sull’introduzione della nuova viabilità. Per chiarire, il comune di Milano prevede di incassare quest’anno 1,850 milioni di euro dalle multe dei veicoli che infrangono i divieti di circolazione introdotti con Area B. Per l’Area C , il Comune, grazie alla quale nel 2018 sono entrati nelle casse del comune 32,5 milioni di euro, si aspetta di incassare all’incirca la stessa cifra anche quest’anno. E spiega Granelli che le strisce blu Strisce blu con controlli frequenti e verifiche sui veicoli parcheggiati, hanno portato a 5,8 milioni di incassi provenienti dalla sosta, su una base di partenza che si fermava a 3 milioni. Granelli poi, facendo il punto della situazione ha spiegato che il Tpl (Trasporto pubblico locale), nel 2018 è costato 825 milioni di euro. Di cui: 274 coperti dalla regione Lombardia e dallo Stato, 5,5 milioni da altri Comuni, 409 milioni dai titoli di abbonamento (erano 391 nel 2017).

Il disavanzo di 136,5 milioni lo ha messo l’amministrazione milanese. «Una cifra che si spiega con l’aumento del numero di passeggeri, cresciuti dal 2017 del 6,4% – puntualizza Granelli-e dal contrasto all’evasione: i controlli con Atm sono aumentati del 60%b e hanno portato al 30% di sanzioni in più». Per il 2019 «nei primi due mesi dell’anno abbiamo avuto un ulteriore aumento del 6% rispetto al 2018. Un trend che non reggerà tutto l’anno ma che rappresenta comunque un fatto positivo».Ma ribadisce che l’aumento del biglietto a 2 euro ci sarà, probabilmente a luglio. Le motivazioni dell’aumento, non sono chiare, ma Ipse dixit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.